Home > racconti > La felicità

La felicità

Di Annarosaria Meglio storia vera

Cara Amica,  qualcuno dice che la felicità non esiste, ma io con fermezza dico: Esiste!

La vita è come una cambiale in bianco, o paghi prima o paghi dopo, se non è cosi non puoi assaporare la felicità. Tu, cara amica, con grande coraggio e grinta hai affrontato la vita buttandoti nel dono più bello che Dio ti ha messo a disposizione: l’Amore, con la A maiuscola, per il tuo adorato marito, i tuoi figli  che sono la luce per te. Quanti momenti tristi hai passato, e io, come una sorella, ti ho sostenuta aiutandoti, dicendoti: Non preoccuparti Dio è grande, sa quel che fa.

Cara amica ti voglio tanto bene e per questo tuo onomastico ti sto scrivendo per dirti che è stato un dono grande averti avuto accanto in questi lunghi anni di amicizia. Ti ricorderai che ho gioito molto con te quando mi hai detto che tua figlia aveva vinto il concorso scolastico al nord, aggiungendo con un tantino di malinconia: Mi mancherà tanto, ma è la sua vita! Ed io abbracciandoti per portarti via la malinconia: Brava, vedrai che ti porterà un fidanzato del nord.

Tu in quel momento, con gli occhi velati, dicesti: Pensi questo, davvero?  Ed io di carattere più ottimista, anche se di batoste ne ho avute tante con la mia fetta di dolore, ti risposi decisa: “Vedrai!” Tu, cara amica, mi hai sempre aiutato molto e continui a farlo; lo stesso è PER ME. La fede mi ha aiutato a capire che la felicità esiste per chi la sa trovare nelle semplici cose; nella quotidianità della vita; anche guardando un volo di farfalle. Tempo dopo mi chiamasti a telefono e mi dicesti: “Mia figlia scende per Natale;  sono  cosi contenta; il suo papà non ci sta più nella pelle”. Io di risposta commentai: Chissà che non ti porta una bella notizia! E tu: Ne sei proprio convinta? Si, convintissima! – risposi.

Ricordo ancora la tua stupefatta esclamazione: “Vocca toia santa!” E cosi fu.

Il tempo poi é scorso veloce ed é venuto il giorno del matrimonio ed ecco che la felicità si é affacciata con tutti i suoi crismi. Mi annunziasti: “Dobbiamo preparare un bel matrimonio !”Ed io contenta: Nelle vostre mani sarà bellissimo; gli sposi belli e giovani e più di tutto innamorata.  Felicità unica per te e tuo marito e anche per me che voglio bene a tua figlia come una  nipote. Mentre parlavo, guardavo i tuoi occhi brillanti come il sole tanto che dissi, tra me e me: “Viva l’Amore”. Da questo amore è nato il loro primo bimbo, un punto luce per la giovane famigliola in cammino; e tu strafelice per questo primo nipotino bello, biondo come un principino dagli occhi azzurri, esprimevi la tua felicità con gli occhi, con il cuore e con tutta te stessa. E con il passare del tempo tanta gioia ancora nella tua casa per l’arrivo di altri due nipotini. Felicità assoluta anche per me. Come tu sai ci sono stati cambiamenti in famiglia: mia figlia si é sposata  regalandomi un nipotino stupendo che mi da tanta gioia e io lo riempio di coccole con tutto l’amore che una nonna sa dare. Ringraziamo insieme il Signore di tanta bontà e gridiamolo a tutti: la felicità esiste. La tua vecchia amica da oltre 50 anni.

Potrebbe interessarti

Nuovi percorsi ed orari bus

PROCIDA – Questa mattina l’EAV Bus ha inviato una nota per comunicare i nuovi percorsi …

Un commento

  1. Dott. Anna Rosaria anch’io ho una storia vera da raccontare, approfitto di questo spazio
    per rendere omaggio ad una cara e purtroppo trapassata amica d’associazione . Nel nostro piccolo e durante i nostri incontri settimanali, abbiamo anche noi due
    assaporato la felicità d’essere accomunate negli intenti . Da cui questa prefazione .

    ALBERTINA FORTI, ARTISTA
    CONOSCIUTA ED APPREZZATA NELLO STUDIO DI LUIGI GUARINO,AVVOCATO DI CHIARA ED INDUBBIA FAMA DIALETTICA, E’ STATA PER PER NOI UN TEMPORALE IN PIENA, ESTIVA STAGIONE . SORPRENDENTEMENTE CORRISPONDENTE A QUEI REQUISITI CON CUI SI DEFINISCONO
    GLI AUTENTICI ARTISTI CHE, DELLA PROPRIA ESISTENZA, FANNO MOTIVO E OBBIETTIVO
    D’OGNI ESCLUSIVA SCELTA, SUBORDINATA A MAI CONVENZIONALI PARAMETRI . SPOSA E, MADRE D’UNA SENSIBILE E POETICA CREATURA, LUNA, ATTRAVERSO IMPEDIMENTI E TRAVERSIE, NON ULTIME QUELLE RIVOLTE AL PROPRIO E PRECARIO, PROPRIO STATO DI SALUTE, ALBERTINA, COME OGNI POETA SUO CONTEMPORANEO,
    AVEVA SOPPERITO AI SUOI PROPRI BISOGNI ESPRESSIVI,
    D’EVASIONE E TRASGRESSIONE LETTERARIA, CON VERSI E CON PROSA E DIPINGENDO .
    ATTIVA PARTECIPE ALLA PROPRIA VITA INTELLETTIVA, TRA EMANCIPATE COGNIZIONI IN MATERIA, EMERSE DALLO STUDIO D’ AVVENIMENTI SPECIFICI
    CON COINVOLGENTI ESERCIZI D’ATTENTA OSSERVATRICE . ESEMPLARE D’UN GENERE ORAMAI RARO, AVEVA RINCORSO, ESASPERANDOLI, I PROPRI LUNGIMIRANTI DISEGNI, CHE SI DEFINIREBBERO “ DA SOGNATORE “;
    LA SUA INDUBBIA CORAGGIOSA E INTRAPRENDENTE SCRITTURA CI TRASMETTE IN MANIERA IMPERATIVA OGNI COMMOSSA ESASPERAZIONE DI CHI
    OSA INDAGARE SE STESSO E I SUOI SIMILI .
    CON LEI E IN SUA SIMBIOSI POSSIAMO VIAGGIARE NELLO SPAZIO.E NEL TEMPO, RAMMENTANDO VITE VISSUTE, RIPERCORRENDO ANGUSTI SENTIERI… NON A TUTTI ACCESSIBILI… LE SUE MULTIFORMI ESPERIENZE LETTERARIE CI CONSENTONO SLANCI CREATIVI, PER UN ESTREMO BISOGNO D’ESTASI, CHE
    NELLA VITA COMUNE, DI LEI O QUELLI COME LEI, RIMANE A LUNGO LESINATO . ALBERTINA, AMICA E MADRE, GENIALE ANIMA CREATIVA, CONTRAPPONE AD OGNI NOSTRA ACQUISITA E COMMOSSA EMOZIONE, ASSENZA DI CONVENZIONI O FUTILI PUERILITA’,
    IL SUO ELEVARSI AL DI SOPRA D’OGNI MEDIOCRITA’ LA DISTINGUE DALL’UMANO SENTIRE .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *