Home > La Pro Loco Procida, insoddisfatta per il nuovo dispositivo EAV Bus

La Pro Loco Procida, insoddisfatta per il nuovo dispositivo EAV Bus

Esempio di bus elettrico, piccolo e compatibile con l'ambiente adattissimo per Procida

In merito alla introduzione del nuovo orario estivo delle autolinee dell’E.A.V. Bus quest’ associazione, raccogliendo numerose lamentele pervenute dall’utenza locale e da numerosi villeggianti esprime profonda insoddisfazione per le modalità con cui è stato applicato il nuovo dispositivo orario in vigore dal 1 agosto 2010. Al di là della fatiscenza dei mezzi utilizzati per espletare il servizio pubblico sull’isola di Procida (mezzi vecchi di 20 anni, ad alta emissione inquinante, privi di caratteristiche di sicurezza e di comfort per passeggeri ed autisti, così come più volte evidenziato dagli organi di comunicazione, dai cittadini e, tra gli altri, anche dal Comandante dei Vigili Urbani; al di là della mancanza di una programmazione seria che serva a mettere fine alla precarietà del servizio che puntualmente si riaffaccia ogni estate sia in termini di disponibilità di mezzi che di uomini, al di là  di una seria politica di incentivo all’utilizzo del mezzo pubblico e del trasporto ecocompatibile giammai messa in atto dalla società che gestisce il servizio sull’isola, si è aggiunta in questi giorni la beffa di un cambiamento radicale degli orari degli autobus che hanno scombussolato la vita degli isolani e arrecato disagi ai turisti. Se c’era una peculiarità del servizio pubblico locale era quella che da vent’anni si sapeva che la linea L1 transitava ogni venti minuti, la C1 e la C2 ogni 40 minuti, la L2 ogni 40 o 50 minuti con orari che erano ormai codificati nella mente dei fruitori. Con l’introduzione dei nuovi orari stiamo assistendo ad una rivoluzione nella frequenza e nella cadenza della linea L1 con una sostanziale riduzione delle frequenze proprio sulla linea più utilizzata nel periodo estivo, un sostanziale incremento della linea L2, anche quando non si ravvede alcuna necessità. Una cosa è garantire una maggiore frequenza di quest’ultima linea per meglio asservire la zona di Solchiaro e le utenze ospedaliere localizzate sul percorso, altra cosa è stabilire una frequenza, in alcune fasce orarie, ogni 10 minuti della linea L2 e ogni 25 minuti della linea L1.  Rivoluzionati anche gli orari della C1 e della C2 anticipando o posticipando di 10 minuti le partenze dal capolinea a fronte, non è dato capire bene, di quali esigenze.

Tutto questo ha provocato un disorientamento generale, un danno per chi utilizzava l’autobus per spostarsi al porto e servirsi delle coincidenze con le partenze e gli arrivi dei traghetti, un disagio per i turisti, che specie nelle ore di punta affollano il capolinea della Chiaiolella per ritornare al porto. Tutto questo senza una adeguata informazione preventiva circa gli orari e i percorsi. Per cui può capitare di salire sulla C1 alla Madonna della Libera per raggiungere in tempo utile la coincidenza del traghetto e trovarsi su un autobus che ti scorazza per la Chiaiolella e Solchiaro prima di portati al porto, dopo oltre mezz’ora, con buona pace del traghetto che doveva portarti a Napoli. La Pro Loco Procida, raccogliendo proteste e lamentele di questi giorni, rivolge l’invito alla Dirigenza della Società E.A.V. BUS di evitare di formalizzare e di catapultare orari studiati e verificati a tavolino mentre  sarebbe maggiormente produttivo ed efficace verificarli con le territorialità a cominciare dalle Istituzioni, dalle associazioni, dalle Organizzazioni Sindacali, dagli organizzatori del servizio sul territorio. Questo nell’ottica di una maggiore garanzia ed efficienza del servizio pubblico locale che resta un punto nodale dal punto di vista organizzativo per garantire la mobilità agli isolani e ai turisti.

PEPPE GIAQUINTO

PRESIDENTE PRO LOCO PROCIDA

COMUNICATO

Potrebbe interessarti

Insieme in Movimento: La mobilità grande problema per Procida

PROCIDA – (c.s.) Ormai l’estate si approssima alla sua conclusione naturale, anche metereologica, ed è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *