Lavoro marittimo: al peggio non c’è mai fine

di Nicola Silenti

PROCIDA – Doveva essere una convenzione internazionale semplice con il solo scopo di stabilire gli standard formativi minimi di addestramento,abilitazione e tenuta della guardia per i marittimi .C’è stata invece solo confusione tra percorsi formativi e certificazioni.La circolare emanata dal MIT dimostra che al peggio non c’è fine. L’ultimo scherzo,beffa, burla chiamatela come volete,obbliga i comandanti e i direttori di macchina già in possesso del titolo a frequentare corsi direttivi da 300 e 570 ore per poter continuare a lavorare. Quindi dopo una lunga esperienza un bel corso in cui si riparte dalle basi della professione con un programma che,se ricordo bene, per i comandanti alla Funzione 1 -Competenza – recita” Pianifica la traversata e dirige la navigazione”.- Attendo smentite,grazie.

Potrebbe interessarti

LUGLIO: 505mila assunzioni previste a luglio, la difficoltà di reperimento delle figure ricercate arriva al 40,3%

PROCIDA – Le opportunità di lavoro offerte dalle imprese a luglio sono circa 505mila: l’industria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *