Home > procida > legalità > Legalità e diritti, incontro con l’on.le Carmine Mocerino, Vice Presidente Nazionale degli Osservatori regionali sulla legalità

Legalità e diritti, incontro con l’on.le Carmine Mocerino, Vice Presidente Nazionale degli Osservatori regionali sulla legalità

PROCIDA – Interessante confronto quello che si è tenuto lo scorso sabato 11 gennaio, ospiti del Circolo Capitani e Macchinisti, con la partecipazione dell’ on.le Carmine Mocerino, Vice Presidente Nazionale degli Osservatori regionali sulla legalità nonché membro di diverse commissioni presso la Regione Campania. Introdotti da Giuseppe Giaquinto, da tempo impegnato sulle tematiche di carattere sociale e di diritti dei cittadini, si è parlato di una Regione che soffre la presenza della criminalità e di una diffusa illegalità ma che ha anche esempi quotidiani di comunità e di giovani che hanno imparato a ribellarsi e a costruirsi il proprio futuro attraverso l’impegno civile e le buone pratiche. Il focus, poi, si è spostato anche sull’isola di Procida, dove, il più delle volte, la illegalità significa mancanza di diritti per la popolazione isolana. La sanità ed i trasporti ne sono un esempio  su cui la comunità locale chiede impegni seri da parte della politica per essere garantita nel diritto alla salute e alle cure oltre alla possibilità di avere una mobilità fatta di servizi pubblici efficienti e soddisfacenti. Fondamentale anche la necessità di incamminarsi sulla strada della modernizzazione territoriale e dello sviluppo compatibile e di qualità per dare risposte serie ai giovani anche in termini di occupazione e di futuro.

Interessante la proposta arrivata dai membri del Circolo Capitani e Macchinisti di una maggiore attenzione per l’ampia fascia della terza età garantendo servizi territoriali ma anche punti di ritrovo, di socializzazione e di impegno collettivo per evitare l’isolamento ed il poco coinvolgimento nella vita del territorio.

«Nel ringraziare ancora il Circolo Capitani e Macchinisti di Procida per questa consolidata apertura al territorio e alle tematiche di interesse generale, su cui spesso i nostri uomini di mare hanno offerto il proprio sostegno in occasione di importanti battaglie collettive – sottolinea Giuseppe Giaquinto – ritengo condivisibile e perciò meritevole di una adeguata risposta la necessità di elaborare una proposta di intervento per la fascia della terza età del territorio in termini di luogo di ritrovo ma anche di formazione e di impegno civico».

Potrebbe interessarti

Caremar a Procida: Alzaaa!

Dal 13 gennaio 2020 è entrato in vigore il nuovo orario della nave Caremar che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *