Home > cultura > Lingua, Linguaggio, Comunicazione, Manipolazione se ne parla il 9 Luglio a Procida

Lingua, Linguaggio, Comunicazione, Manipolazione se ne parla il 9 Luglio a Procida

locandina convegno Sabato 9 Luglio alle ore 20,30, la CICC (Cittadini Isolani per una Cittadinanza Consapevole) in collaborazione con “Il Confronto” e l’Associazione Vivara, presso la sede di via M. Scotti n. 24, promuovono un incontro pubblico intorno alla cultura degli italiani. L’intervento introduttivo sarà tenuto dal prof. Marco Canzanella, docente di Scienze della Comunicazione presso l’Istituto Istruzione Superiore di Procida. L’Associazione Nazionale Insegnanti rilascerà ai presenti attestato valido ad ogni termine di legge presso il Miur.

Potrebbe interessarti

Legalità e diritti, incontro con l’on.le Carmine Mocerino, Vice Presidente Nazionale degli Osservatori regionali sulla legalità

PROCIDA – Interessante confronto quello che si è tenuto lo scorso sabato 11 gennaio, ospiti …

Un commento

  1. A proposito di lingua, l’inglese va approfondito per dare maggiori opportunità ai giovani.
    Lo è per i giovani, lo è per quanti vogliano inserirsi nel mondo del lavoro senza ostacoli, ma lo è per la sua maggiore qualità: un mezzo di comunicazione standard per scambio di informazioni ed opinioni tra culture diverse.
    Nelle località turistiche è una priorità, fonte di ospitalità e segno innegabile di elevata istruzione; i giovani non possono attaccarsi alla lingua nativa senza conoscere espressioni della prima lingua mondiale.
    Nelle scuole vi è stato un continuo ammodernamento delle metodologie di apprendimento, sebbene conoscere questa particolare lingua richieda molti sforzi e maggior tempo. Conoscere le basi della lingua inglese non è sufficiente, conoscere espressioni locali concede un maggior status culturale, saper discutere in inglese circa più argomenti permette il successo dello studente.
    Non possiamo assolutamente prevedere lo svolgimento della carriera di un prossimo beginner con il sufficiente atto di risposta alle domande poste per strada da un amico sul tuo stato salute o sul film che ha guardato la sera precedente; un approccio diverso è costituito da laboratori audio/video, lo studio del labiale, il tono della voce, l’immediatezza nella formulazione delle domande e delle risposte, l’elasticità mentale, l’abbandono del metodo traduttivo da lingua a lingua mediante l’elaborazione dei concetti direttamente nella lingua del nuovo interlocutore.
    Notiamo difficoltà nell’apprendimento nella vita quotidiana, spesso dovute a scarsi approfondimenti; non si tratta di una lingua impossibile e non si può tollerare il lassismo nell’apprendimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *