Home > Pozzuoli > Procida. Trasporti marittimi, prorogati fino al 31 dicembre

Procida. Trasporti marittimi, prorogati fino al 31 dicembre

di Enzo Senatore (Il Denaro) – In attesa di concludere il procedimento per la privatizzazione della società Caremar, il servizio regionale di trasporto pubblico locale marittimo viene prorogato fino al 31 dicembre prossimo. L’accordo, sancito nel corso di una riunione tra le aziende di navigazione e i vertici dell’assessorato regionale ai Trasporti di Sergio Vetrella organizzata il 19 ottobre scorso a Napoli, è stato ratificato ieri con la pubblicazione nel bollettino ufficiale. Le società che gestiscono il trasporto marittimo in Campania si impegnano a garantire i livelli minimi di assistenza fino al termine dell’anno solare senza alcun aggravio di spesa per la Regione.

PATTO A COSTO ZERO
La prosecuzione del servizio per il periodo compreso tra 4 novembre e 31 dicembre 2010 viene peraltro effettuata senza incidere sul costo del biglietto per i viaggiatori che nella maggior parte dei casi sono pendolari costretti a spostarsi verso Napoli delle isole principali. Nell’attesa che la privatizzazione di Caremar venga portata a compimento Palazzo Santa Lucia può predisporre anche il nuovo quadro di accosti del sistema di navigazione regionale.
Il documento per grandi linee è già pronto ed è frutto di un confronto prolungato tra la Regione Campania e i Comuni interessati dal servizio di trasporto pubblico locale via mare. Lo schema originario prevedeva l’entrata in vigore delle tratte e degli orari modificati secondo la nuova programmazione a partire da inizio novembre. Poi tutto è slittato per via della legge 163 del primo ottobre scorso che ha prolungato i termini relativi alla trattativa per la cessione a imprenditori privati di Tirrenia, la società madre del gruppo di cui fa parte anche Caremar. E’ ovvio che per mettere in piedi un rinnovato quadro degli accosti la Regione Campania ha bisogno di sapere chi sono gli interlocutori e di conseguenza essere certa delle situazioni relative alla proprietà di Caremar. Per il momento è importante aver trovato un accordo con le aziende che gestiscono i collegamenti marittimi, un centinaio in tutto, tra Napoli e isole come Capri, Ischia e Procida oltre che da questi porti ad approdi come Pozzuoli e Sorrento.
Il patto a costo zero è possibile anche grazie alla legge di conversione del decreto sui trasporti del 5 ottobre 2010 che consente a società come la Caremar di utilizzare per la copertura di esigenze di cassa i fondi destinati all’ammodernamento della flotta.

Le attuali tratte del servizio regionale

Da Napoli
• Napoli-Capri
• Napoli-Forio
• Napoli-Ischia Casamicciola
• Napoli-Procida
• Napoli-Sorrento
Per Napoli
• Capri-Napoli
• Forio-Napoli
• Ischia Casamicciola-Napoli
• Procida-Napoli
• Sorrento-Napoli
Altri collegamenti
• Capri-Sorrento
• Ischia Casamicciola-Pozzuoli
• Pozzuoli-Ischia Casamicciola
• Pozzuoli-Procida
• Procida-Pozzuoli
• Sorrento-Capri

http://www.denaro.it/VisArticolo.aspx?IdArt=613980

Potrebbe interessarti

Ambulanze Si, ambulanze NO

di Nicola Lamonica – Autmare   ISCHIA – Sul caso ambulanze con persone a bordo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *