Home > politica > Muro convoca il Consiglio Comunale per oggi e domani 2 settembre

Muro convoca il Consiglio Comunale per oggi e domani 2 settembre

consiglio comunale convocazioneCon le imminenti sedute di Consiglio Comunale, ricche di argomenti in discussione e fissate dal presidente Luigi Muro per oggi, in prima convocazione alle ore 12,30 (riunione andata deserta), e in seconda convocazione per domani alle ore 19,00 presso la sala consiliare “V. Parascandola” in via Libertà, si può dire che inizia, concretamente, la marcia di avvicinamento che ci condurrà, nella prossima primavera, al rinnovo degli organi di governo comunali.

In primo luogo tante le interrogazioni poste all’ordine del giorno a partire da quelle presentate da Mariano Cascone, rappresentante del gruppo “La Svolta”, relative, ad esempio, all’installazione di eco compattatori per il riciclo dei rifiuti e buono sconto e risparmio per i cittadini così come al divieto per il servizio pubblico taxi di transitare ne tratto di strada San Giacomo – Sant’Antonio da Padova durante il periodo di interdizione ai privati. Altre richieste di risposte sono state formulate all’Amministrazione e agli Uffici competenti da parte del capogruppo di “Insieme per Procida”, Dino Ambrosino, sulle  modalità di smaltimento dei rifiuti speciali e le azioni per combattere il fenomeno della ludopatia, nonché dal consigliere Antonio Intartaglia in merito alla circolazione dei veicoli e la sicurezza in Piazza della Repubblica.

Probabilmente si tornerà a parlare anche del porto turistico di Marina Grande, questione “ad alta tensione” che ha tenuto banco, non solo sulle pagine dei giornali, per diverso tempo e fonte di differenti vedute tra il Sindaco Capezzuto e il presidente del Consiglio Comunale Muro, con la trasformazione in mozione dell’interrogazione presentata e discussa, nei mesi scorsi, dal consigliere Dino Ambrosino. Altro argomento sul quale i consiglieri saranno chiamati ad esprimersi, che riguarda molto da vicino le tasche dei procidani, è la determinazione delle aliquote del Tributo per i servizi indivisibili (TASI), istituita con il comma 639 della legge di stabilità per il 2014. La TASI si paga per sostenere le spese dei Comuni per i servizi cosiddetti “indivisibili”, ovvero quei servizi, che per il fatto di essere usufruiti da tutti i residenti del comune, non possono essere fatti pagare direttamente al fruitore. Sono esempi di servizi indivisibili l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, la sicurezza, l’anagrafe, ecc. Insieme con le aliquote della TASI il Comune dovrà approvare l’elenco dei servizi che verranno pagati con l’introito del nuovo tributo e le somme destinate a ciascuno di essi. La TASI devono pagarla, entro il prossimo 16 ottobre, sia il proprietario che il detentore dell’immobile, secondo aliquote e quote stabilite. Ad esempio, oltre che dai proprietari degli immobili, la TASI verrà pagata anche dagli inquilini che abitano in affitto o che hanno a disposizione alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Tra gli ulteriori punti posti all’attenzione del Civico Consesso anche le rinunce ereditarie e le donazioni del Palazzo Merlato sito in via Roma, una delle cartoline più gettonate dell’isola di Graziella, fatte in favore del Comune di Procida da parte degli eredi Pescarolo/Vergani e Fedele Lucia, con l’avvio delle relative procedure di acquisizione del bene da parte dell’Ente Locale.

Potrebbe interessarti

Scala: L’amministrazione propone aumento tassa di sbarco anche per i “Figli di Procida”

PROCIDA – Relativamente agli argomenti in discussione nel prossimo Consiglio Comunale, il consigliere Menico Scala, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *