Home > procida > scuola > No violenza donne, la scuola in prima linea

No violenza donne, la scuola in prima linea

Il mondo della scuola contro la violenza sulle donne: da Luisa Franzese Direttore Generale dell’USR per la Campania all’Assessore Regionale Lucia Fortini, dalla Consigliera regionale Maria Grazia Di Scala alla Consigliera del Ministro Adriana Battaglia. Dirigenti e docenti per dire agli uomini che non serve essere violenti.Amare significa: “Non ti farò mai morire”. Educare alla gentilezza…un grande monito!
#noviolenzadonne #scuolaeducagentilezza #lascuolacontrolaviolenza#istitutocomprensivoforio1
👠👠👠IDS MARIA CHIARA CONTI

Potrebbe interessarti

Premio “Musica contro le mafie” ci sarà anche l’I.C. “A. Capraro” di Procida

PROCIDA – Il Premio “Musica contro le mafie” prosegue nel suo percorso verso le Fasi …

5 commenti

  1. Annarosariameglio

    DARE esempio ai bambini della gentilezza verso l”altro l” amore per verso lo straniero l” affetto con i compagni la condivisione delle cosel” allegria contagiosa il rispetto per le persone, e un volersi bene sinceramente.solo cosi” potremmo cambiare il mondo. Auguri a tutti noi.

  2. VIOLENZA SULLE DONNE E SI TUTTE LE CATEGORIE DEBOLI O SUPPOSTE TALI !
    UN COMPONIMENTO IN TEMA :

    FEMMINA …….E……DONNA…….di rotellapiera@tim.it

    CIMICE POVERISSIMA…RIDOTTA ED IMPOTENTE
    SOLTANTO ALL’APPARIRE… OLTRANZA O APPARTENENZA
    SPORTA DI BISTRO E LACRIME…SPRECO DI CAPITALE
    CHE A NOVELLA VERIFICA…RIMANE TALE E QUALE…
    MAUSOLEO DI POLITICA … CONFETTURA DI FICA
    TI CONTORNANO IMPUDICI…I “ COSI’ DETTI “ AMICI

    SOLSTIZIO DI NOVEMBRE..SUBALTERNA POTENZA
    GIUNGI COME DA FOLGORE … QUALUNQUE APPARTENENZA
    ARCANO OGNI MALESSERE…FISICO OGNI POTERE
    NON AMI CORRISPONDERE…L’ESSERE CON L’AVERE
    EQUA COME APOLITICA…EMERGI NELLA MISCHIA
    CORRISPOSTA DAI SENSI…DELLA TELA CHE DISFI .

  3. Non penso che ci sia una violenza di ” genere” ,sia maschile che femminile.

    Penso che , sicuramente, la violenza della cattiveria e della “mala lingua ” faccia mille volte più danni ,sia fisici che

    morali,.e ciò a prescindere dal sesso

  4. Scusate

    se ritorno sull’argomento.

    Trovo stucchevole e unidirezionale ,senza appello,questa martellante pubblicità che scarica solo sui maschi

    tutte le nefandezze possibili.

    non è cosi,laddove ci sono manifestazioni violente,che io non approvo a prescindere dal genere,

    ci sono sempre situazioni degradanti,incomprensioni e prepotenze diffuse,un campo minato di cattiverie e falsità.

    un sottobosco di comportamenti e atti irregolari.

    Bisognerebbe discuterne caso x caso,e capire le motivazioni profonde,alla radice,

    perchè scatti incosciamente una violenza,che non ha un colore specifico,ma può essere sia femminile che

    maschile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *