Home > Calcio > Procida-Ischia 0-0. Il derby delle isole termina a reti bianche

Procida-Ischia 0-0. Il derby delle isole termina a reti bianche

PROCIDA – Allo Spinetti entrano in scena Procida e Ischia per il derby delle isole. Uno degli attacchi più prolifici del campionato dovrà vedersela con la miglior difesa del girone allo “Spinetti” di Procida.
INIZIA IL MATCH: Primi minuti di studio tra le due compagini, al 10’ la prima occasione da gol la crea A.Costagliola che si accentra e calcia col mancino, ma Mennella gli dice di no. Poco dopo, al 12’ ci prova anche l’ischitano in maglia biancorossa Ciro Saurino che colpisce di testa ma la palla termina di poco fuori. Al 18’ sale in cattedra anche Raffaele Pianese, capocannoniere biancorosso, l’attaccante raccoglie palla sulla trequarti e tira potente verso la porta di Mennella, ma la sfera termina di poco sopra la traversa. L’Ischia resiste bene alle fiammate biancorosse e al 25’ si fa vedere per la prima volta dalle parti di Lamarra con Fondicelli che si accentra e calcia, tiro anch’esso potente ma che termina sopra la traversa non di molto. I ragazzi di Ciro Bilardi si difendono con ordine e attorno la mezz’ora iniziano anche a prendere confidenza con l’area di rigore avversaria, al 28’ Mazzella stoppa di petto e si gira in area di rigore di prima intenzione calciando col destro, tiro che va forte verso il primo palo ma Lamarra si distende ed evita il pericolo. Al 30’ continua a spingere la compagine ischitana questa volta con Sirabella che fa tutto da solo e va sul fondo mettendo un cross pericoloso che però è preda di nessuno, allontana dunque la retroguardia biancorossa. Reagiscono i ragazzi di Mister Iovine che non ci stanno e vogliono regalare una vittoria davanti i loro tifosi accorsi in tanti allo Spinetti, al 37’ ci prova Pianese che calcia a giro col mancino, la palla termina però fuori dalla porta di Mennella. Prima frazione di gioco che prosegue su ritmi alti con il Procida che riprende il pallino del gioco ma l’Ischia si difende ed anche bene. Termina 0-0 i primi 45 minuti di gioco.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Seconda frazione di gioco che comincia con un Procida più agguerrito e voglioso di portare a casa i 3 punti, ma l’Ischia è e si conferma la miglior difesa del campionato, alzando un muro davanti la porta di Mennella. Al 7’ Cibelli prova a scardinare questo muro gialloblu ma Mennella gli dice di no. Al 17’ arriva l’occasione più clamorosa del match sempre sul destro di Cibelli che si gira in un fazzoletto in area di rigore e calcia col destro, tiro che batte Mennella e sta per accomodarsi in rete quando Accurso si getta in scivolata sulla linea di porta e salva un gol praticamente fatto. Procida rammaricato per la mancata rete del vantaggio non demorde e continua a spingere ed al 20’ ci prova con Pianese che entra in area di rigore e calcia ma il tiro termina fuori. L’Ischia è in affanno e la retroguardia gialloblu inizia a dare cenni di cedimento contro l’attacco biancorosso e soprattutto contro Gio Cibelli che al 25’ s’infila nuovamente in area di rigore e calcia ma Mennella para non una bensì due volte, opponendosi anche sulla respinta e confermando tutta la sua qualità e sicurezza tra i pali, che non scopriamo di certo oggi. Al 30’ prova ad uscire dalla morsa biancorossa l’Ischia con Sirabella che entra in area di rigore e calcia, tiro potente ma lontano dalla porta di Lamarra. L’Ischia trova coraggio e poco dopo, al 31’, ci riprova questa volta con Fondicelli che calcia dal limite dell’area di rigore ma il tiro termina di poco fuori. Ultimi dieci minuti di gara che proseguono su ritmi nettamente più blandi e con le due squadre che hanno sprecato parecchie energie nel corso del match. Il Procida prova l’assalto finale attorno al 45’ trascinato soprattutto da giocate di L.Costagliola che ci prova più volte ma non riesce a sbloccare un match inchiodato sul risultato di 0-0. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Auriemma di Nola dice che può bastare così e manda tutti negli spogliatoi. Il Derby delle Isole termina 0-0, un punto per parte con l’Ischia che esulta al triplice fischio a dimostrazione di quanto per i gialloblu sia stato prezioso questo pareggio allo Spinetti ed a dimostrazione della forza del Procida, che invece esce dal campo a testa alta ma con un pizzico di amaro in bocca.
PROCIDA: Lamarra, Lubrano V., Russo, Micallo, Annunziata (78’Peluso), Di Lorenzo (47’Mammalella), Saurino, Napolitano (48’L.Costagliola), A.Costagliola, Cibelli (80’Trani), Pianese.
A disposizione: Lubrano W., Varone, Vanzanella, D’Orio, Barone.
Allenatore: Iovine Giovanni
ISCHIA: Mennella, Calise, Accurso, Del Deo, De Simone, Mazzella, Sirabella, Esposito (90’ Di Maio), Fondicelli (83’Chiaiese), Trani (55’Conte), Invernini (90’Abbandonato).
A disposizione: Tufano, De Luise V., De Luise M., Liccardi, Buonocore.
Allenatore: Bilardi Ciro
ARBITRO: Auriemma Giovanni – Nola
ASSISTENTI: Sannino Gennaro Vincenzo – Torre del Greco ; Arenga Edoardo – Ercolano.
AMMONITI: Micallo, Cibelli, L.Costagliola (Procida) ; De Simone, Trani (Ischia)
RETI: Nessuna.

Potrebbe interessarti

Questione ex Banco Napoli – Fratellizzi (Casartigiani): Penalizzati gli operatori economici

PROCIDA – «Siamo sconcertati – dice Maurizio Frantellizzi, presidente di Casartigiani Procida – che quella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *