Home > procida > lavoro > Parte il nuovo “Resto al sud 2019” con novità. Fino a 46 anni e vale anche per le libere professioni. Procida lavoro ti offre tutta l’assistenza che vuoi

Parte il nuovo “Resto al sud 2019” con novità. Fino a 46 anni e vale anche per le libere professioni. Procida lavoro ti offre tutta l’assistenza che vuoi

Di Giuseppe Giaquinto

PROCIDA – E’ ufficiale: Resto al Sud, l’incentivo di punta gestito da Invitalia, raddoppia con due importanti novità. La legge di Bilancio 2019 ne prevede l’ampliamento della platea dei destinatari e l’innalzamento dell’età: i finanziamenti potranno essere richiesti anche dai liberi professionisti e l’età compresa sale tra i 18 e i 46.

Ad ottobre 2018 l’incentivo Resto al Sud ha ricevuto oltre 4.900 domande di finanziamento un terzo delle quali sono state accolte. Altre 7.000 domande sono in fase di compilazione. Numerose le adesioni anche sull’isola di Procida con numerose domande avviate ed alcune già finanziate.

Con l’allargamento della platea ai lavoratori autonomi e l’innalzamento dell’età, è previsto un sensibile aumento delle domande e delle erogazioni di finanziamento.

Per venire incontro alla crescente richiesta di informazioni ed adesioni PROCIDA LAVORO organizzerà a breve un incontro con gli esperti del settore che poi seguiranno anche tutte le pratiche nella fase della compilazione del progetto e fino al finanziamento erogato.

2 ingegneri esperti in progettazione, un consulente del lavoro ed uno studio prestigioso napoletano di commercialisti saranno a vostra disposizione per aiutarvi a vincere!!!!

Nei prossimi giorni vi daremo altre informazioni dettagliate e i recapiti per aderire all’iniziativa.

Intanto vi diciamo che:

I giovani che vogliono restare a Procida e inventarsi un’attività possono contare su un mix agevolazioni che copre il 100% delle spese: 35% di fondo perduto e 65% di finanziamento bancario garantito dal Fondo di garanzia per le Pmi e coperto, per gli interessi, da un altro contributo.

I nuovi requisiti:

  • Età COMPRESA ORA TRA i 18 e i 46 anni (non compiuti).
  • Residenza in una delle regioni del sud Italia: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
  • non essere titolari di altra attività di impresa “attiva”;
  • non risultare beneficiario di altre agevolazioni nazionali per l’auto-imprenditorialità nell’ultimo triennio.
  • TUTTI COLORO CHE VOGLIONO AVVIARE UN’ATTIVITA’ DI LIBERA PROFESSIONE ORA POSSONO PARTECIPARE.

I finanziamenti possono arrivare ad un massimo di 50mila euro a soggetto, il tetto massimo può salire fino a200mila euro se la domanda viene presentata da più soggetti facenti riferimento al medesimo progetto.

Spese che possono essere finanziate

  • Interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili per un massimo del 30% del programma di spesa;
  • macchinari, impianti e attrezzature nuove;
  • software gestionali (anche in cloud) e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione (TIC);
  • altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, garanzie assicurative, ecc.) per un massimo del 20% del programma di spesa.

Le attività imprenditoriali finanziabili

Grazie al bando resto al sud 2019 è possibile avviare iniziative imprenditoriali per:

  • la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura;
  • la fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • il turismo.
  • erogazione di servizi professionali (si, ora anche i liberi professionisti possono partecipare);

Qualche esempio di attività redditizia nel 2019 e finanziabile con questo bando

L’agevolazione riguarda, quindi, coloro che vogliono avviare un’attività imprenditoriale nei settori dell’industria, artigianato, servizi, turismo, agricoltura e, di conseguenza, libere professioni, mentre resta ad oggi escluso il commercio.

PROCIDA LAVORO E’ CON VOI VERSO IL FUTURO!!!          

Potrebbe interessarti

Contributo agli studenti che utilizzano mezzi pubblici, aperto il bando

PROCIDA – Dando seguito a quanto annunciato nei giorni scorsi dal delegato ai trasporti Lucia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *