Home > Facebook > Giovedì Santo a Procida. Dopo le polemiche salvata la Coena Domini.

Giovedì Santo a Procida. Dopo le polemiche salvata la Coena Domini.

Si svolgerà regolarmente domani sera, nella ex chiesa di San Giacomo (ora sala Guido Cennamo), anche se in forma ridotta come comunicatoci dall’Arciconfraternita dei Bianchi, quella che è una centenaria tradizione dell’isola di Arturo.  Le polemiche sono volate molto accese su facebook e con un manifesto (lo potete leggere cliccando sulla foto a lato) che nelle ultime ore doveva esserre affiso ma poi è stato ritirato.

Resta messo in discussione l’intero svolgimento dei riti del giovedì santo per motivi “logistici”.


Giovedì Santo, la suggestiva processione degli Apostoli Incappucciati rivivrà nell’sola di Procida, ma solo in parte. Questa mattina sulle pagine de Il Golfo leggevamo dell’ interruzione della tradizionale Coena Domini per motivi “logistici”.

Infatti l’ Antica chiesa di S. Giacomo, che per anni ha ospitato il Cenacolo, è occupata da un’ associazione locale impegnata nella costruzione di un tradizionale Mistero. I locali sono stati concessi all’ associazione dall’amministrazione comunale di Procida.

La Messa nella Cena del Signore apre il Triduo pasquale e attraverso il memoriale siamo presenti all’ ultima cena di Gesù. In questo giorno si rivivono inoltre la lavanda dei piedi e il tradimento di Giuda. Nel rito della cena pasquale ebraica  il capofamiglia lava le mani dei commensali, prima di iniziare il pasto.

Gesù, come  un servo lava i piedi ai convitati. La processione è organizzata ogni anno dalla congrega dei Bianchi, la più antica presente sull’ isola, fu fondata infatti dal Cardinale Innico Davalos nel lontano 1583.

Ma per rientrare il momento critico è stato sufficiente l’ annuncio, da parte dei confratelli bianchi, di un “manifesto” che ha immediatamente allertato i nostri amministratori.

Forse la tradizione è stata salvata, ma lo spiacevole inconveniente non sarà facilmente dimenticato!

Potrebbe interessarti

Procida e i sapori di una volta: la “liatina”

PROCIDA – L’amico Luigi Schiano ha postato la ricetta della”Liatina”. L’occasione è troppo ghiotta per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *