Savina Caylyn. Trieste. Il sindaco Consolini riceve i genitori di Eugenio Bon

Come riportato dall’agenzia AGI del, 29 agosto 2011, il sindaco di Trieste Roberto Cosolini ha ricevuto oggi in municipio i genitori di Eugenio Bon, il marittimo triestino di 30 anni nelle mani dei pirati somali dall’8 febbraio 2011. Elisabetta Doimi e Adriano Bon hanno raccontato il dramma che stanno vivendo da ormai 8 mesi, da quando la petroliera Savina Caylyn, sulla via del ritorno, e’ stata sequestrata dai pirati somali vicino all’isola di Socotra. Piu’ di 200 giorni in cui le notizie sulle condizioni dell’equipaggio sono state sempre piu’ rade, fino al silenzio.
Il sindaco Cosolini, che e’ gia’ in contatto con il sindaco di Procida, altra amministrazione coinvolta in questa triste vicenda, oltre ad aver espresso la sua solidarieta’ ai genitori, ha dichiarato che l’amministrazione comunale, sempre in accordo con la famiglia, partecipera’ attivamente a tutte le iniziative utili a risolvere la situazione in modo positivo.
Dal giorno in cui e’ stato rotto il silenzio stampa, i familiari dei 5 marittimi italiani sequestrati sulla Savina Caylyn sono in stretto contatto tra loro per poter coordinare in sinergia tutte le manifestazioni organizzate dal Comitato ”Liberi Subito”, costituitosi a Procida ma ora presente in quasi tutte le citta’ degli ostaggi. Per mercoledi’ 7 settembre il comitato partenopeo ha organizzato una manifestazione a Roma, davanti a Montecitorio, alla quale partecipera’ il papa’ Adriano, per sollecitare l’intervento del Governo con la volonta’ di giungere al piu’ presto ad una soluzione.
Successivamente, il comitato triestino organizzera’ una fiaccolata per Eugenio attraverso le vie di Trieste, manifestazione che potra’ contare sulla collaborazione del Comune giuliano. (AGI)

Potrebbe interessarti

Il mondo marittimo chiede il ministero del Mare. Il governo dei terricoli risponde picche

di Nicola Silenti da Destra.it Ridare slancio, vigore e speranza all’universo marittimo italiano con un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.