Procida. Affonda un peschereccio

Procida- La “Elisabetta”, barca destinata alla pesca del pesce azzurro di proprietà dell’armatore Sisto Domenico, ancorata nel porto commerciale di Marina Grande presso il molo destinato ai pescatori, alle prime luci dell’alba, inizia ad imbarcare acqua e, lentamente, viene risucchiata, senza persone a bordo, verso il basso siano ad adagiarsi sul basso fondale profondo non più di due metri.

I soccorsi partono immediatamente, così come nello spirito di solidarietà che anima gli uomini di mare quando sono alle prese con le difficoltà, sul posto si reca la “Lucia Madre” dei fratelli Antonio e Carmine Parascandola che provvede a rimuove dalla poppa le reti, così come accorre il mezzo ambientale “Medusa II”, ancorato poco distante, che provvede ad immette del materiale disperdente per ridurre i danni derivanti da possibili fuoriuscite di carburate ed oli.

Presente sul posto il personale della Guardia Costiera di Procida con il comandante TV. Flavia La Spada che, immediatamente, ha dato corso agli accertamenti del caso per verificare le cause dell’affondamento. Le operazioni di navigazione e transito nel porto commerciale di Marina Grande non hanno subito rallentamenti e sono procedute regolarmente.

Potrebbe interessarti

Procida: Problematiche ed opportunità delle imprese di pesca. Se ne discute il prossimo 31 agosto

PROCIDA – Federpesca (Federazione Nazionale delle Imprese di Pesca) ha organizzato sull’isola di Procida per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.