Home > libri > Procida: Alla “Fiera del Libro” doppio appuntamento con Diego Di Dio e Vincenzo Patella

Procida: Alla “Fiera del Libro” doppio appuntamento con Diego Di Dio e Vincenzo Patella

PROCIDA – Doppia serata di incontro con gli autori quelle organizzate dal comitato organizzatore nell’ambito della 58ma edizione della Fiera del Libro che si tiene presso il Santuario di San Giuseppe a Chiaiolella. Si parte venerdì 11 agosto alle ore 20,00 con il libro di Diego Di Dio “Fore morra”. Cornice soprattutto napoletana – con intermezzo nella prepotenza camorristica di Castel Volturno e del litorale domizio, presentati nei loro aspetti più crudi, squallidi e degradati dalla speculazione – Fore morra è un viaggio nell’inferno della criminalità organizzata, con boss e gregari spietati che sembrano incontrollabili nella loro ferocia. Ma il romanzo è anche la storia di un essere umano che, dopo aver subito solo sevizie e brutalità, non ha più altra strada che applicare la stessa orrida legge. Introversione psicologica, gente unita e divisa dal gioco del destino, scambi tra vittime e carnefici per una storia velocissima che intriga. Finale drammaticamente pulp ma… suggerimento: venite a sentirlo dalla bocca dell’autore.

Sabato 12 agosto alle ore 21,00, poi, appuntamento con il libro “Kiko” presentato da Vincenzo Patella con Don Lello Ponticelli. La storia di un bellissimo pesce reale, Kiko il principe del mare, costretto per un eccessivo senso di protezione paterna a vivere in una bolla di cristallo, che lo ripara dai pericoli ma allo stesso tempo lo separa dalla bellezza del mare, dalle sue carezze, dalla possibilità di avere un contatto diretto con l’altro. Una fiaba apparentemente per bambini ma soprattutto per adulti. La fiaba verrà proiettata in chiesa ed i tanti bambini sono tutti invitati per passare una piacevole serata con…KIKO.

Potrebbe interessarti

Mobilità e disabilità: Il compito di garantire il trasporto scolastico spetta al Comune

PROCIDA – Sulle problematiche che riguardano la mobilità dei diversamente abili sull’isola di Graziella, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *