Home > disagi > Procida: Avviso ai naviganti… di Internet

Procida: Avviso ai naviganti… di Internet

network management telecomDa qualche settimana, diversi internauti procidani, mi chiedono perché la loro linea ADSL sembra essere diventata più lenta. Per la verità io stesso avevo notato il problema e per questo motivo ho iniziato letteralmente a smontare la mia rete LAN alla ricerca del malfunzionamento che aveva colpito anche me. Per i più smaliziati è facile capire dai parametri del modem quale sia l’effettiva velocità di collegamento tra la nostra casa e la centrale Telecom. Quindi questa è stata la prima verifica che ho fatto e non ho notato nulla di anomalo, anzi la mia connessione può arrivare, in linea teorica, fino a 8 Mb di velocità. E allora come mai i download sono così lenti da un po’ di tempo a questa parte? Non rilevando nulla di particolare nelle mie apparecchiature mi sono messo a cercare nella rete facendo una googolata sulla Telecom e finalmente ecco spiegato l’arcano. La chiave del problema sta nell’ennesima sigla che, per chi non è adepto, passa per i meandri della nostra mente, liscia come l’olio: NETWORK MANAGEMENT.
La Telecom rende pubblico che su alcune centrali è attivo il cosiddetto network management con il quale si riserva la facoltà di introdurre meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all’uso delle risorse di rete disponibili per tutte le offerte commerciali che prevedono traffico dati su tecnologia ADSL. Precisa altresì che solo un limitatissimo numero di centrali viene colpito dal fenomeno che per la precisione corrisponde più o meno all’1% della Clientela Telecom. Ovviamente a questo punto avete capito tutti chi sono i fortunati vincitori di questa bella iniziativa, i procidani ovviamente.
Ci spiega il nostro maggior fornitore di servizi telefonici che questi meccanismi di Network Management, applicati in singole località e solo nelle ore di maggior traffico (dalle 14:00 all’1:00), hanno l’obiettivo di migliorare la qualità complessiva del servizio e, non pregiudicando l’utilizzo delle applicazioni di file sharing, permettono di garantire anche nelle ore di punta una sufficiente disponibilità di banda per il funzionamento soddisfacente delle altre applicazioni “realtime” (es. navigazione internet, posta elettronica, Youtube, ecc.).
Ma c’è di più. Infatti se volete uscire dai loop del vostro router e sbandierare ad amici e parenti che la vostra connessione è la più veloce e che in un’oretta vi scaricate un bel film dal P2P, basta, come sempre, mettere mano al portafogli e con € 4,04 la vostra linea passerà a ben 10 Mb e non sarà afflitta dal “freno a mano”. Se volete di più aggiungete un euro e il vostro pc impazzirà di gioia quando toccherà la fatidica velocità di 20 Mb!
Ma se leggete bene tra le info dei consumatori c’è anche scritto che nel caso attivaste l’offerta Superinternet, quella cioè di 10 Mb, la velocità minima entro la quale non è possibile “lamentarsi” è di soli 3,5 Mb. Mentre per l’offerta Superinternet Plus quella da 20 Mb la velocità minima è di 7,2 Mb, in pratica quella con la quale siamo tutti collegati ad Internet attualmente.
Semplificando, con appena 10.08 euro a bolletta sarete certi che il vostro E-Mule non scalcerà più e i vostri downloads saranno esenti da qualsiasi “frenata improvvisa”.
Buona navigazione e come disse Totò “… e io pagooo”.

2 commenti

  1. Grazie Max per l’informazione e la divulgazione di questi dati tecnici. Io pero’ mi domando se e’ giusto che la Telecom, su un area come quella procidana dove la grandissima maggioranza degli utenti si serve di Telecom per i servizi di telefonia fissa e ADSL su filo, debba applicare i suoi “giochetti” proprio alla nostra centrale …. Perche’ non lo va a fare dove esiste una parvenza di concorrenza tra i vari gestori ?????? Forse questo punto potrebbe sostenere, a ben ragione,un’azione di protesta da parte di tutti noi isolani ……

    • Cara Stefania l’azione di protesta la si può fare laddove esiste la concorrenza. Doveva esserci un adeguamento delle centrali Telecom per dare spazio anche agli altri gestori. L’operazione denominata “ultimo miglio” cioè ricavare spazio fisicamente nelle centrali per permettere l’insediamento della “concorrenza” è avvenuto parzialmente nelle grandi città.
      Attualmente a Procida Telecom è l’unico detentore dell’ultimo miglio e le altre compagnie pagano per fittarsi il doppino telefonico dalla centrale a casa nostra. Quindi quando chiamano dai call center proponendoti l’affare del secolo offrendoti un cospicuo risparmio in bolletta con migliori caratteristiche di ADSL e telefono, in realtà ti stanno offrendo un loro sevizio fino alla centrale Telecom. Da questa in poi è Telecom a gestire la tua linea. Questo significa ad esempio che un guasto al tuo telefono viene segnalato dal nuovo gestore a Telecom che ovviamente non ha nessun interesse di “fare in fretta”, anzi.
      Così dopo un poco l’utente s’innervosisce e cambia nuovamente gestore pagando quindi la retrocessione dal vecchio e il rientro nel nuovo. L’operazione costa intorno alle 150€, circa un mesetto di attesa e tantissime preghiere che non ti facciano perdere il numero di telefono.
      Comunque qualsiasi forma di protesta mi vede favorevole. Per approfondimenti leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *