Home > Procida: “Battuta 2-1 la Progreditur Marcianise”

Procida: “Battuta 2-1 la Progreditur Marcianise”

Ma quanta sofferenza allo Spinetti….

Foto: Simona Florentino

Altro successo di misura, quello dell’Us Procida, oggi allo Spinetti che batte 2-1 la Progreditur Marcianise. L’incontro s’è messo subito bene per i padroni di casa che passano in vantaggio al minuto 10 con Liccardi. L’azione è pregevole e fatta di scambi volanti tra Gaveglia e Pirone; quest’ultimo serve Quaranta che crossa al centro dove Liccardi è bravo di testa a siglare la rete del vantaggio bianco-rosso. La partita è alquanto soporifera e le emozioni latitano; è un errore di Esposito a dare il la al primo squillo ospite i quali però non vanno oltre un tiro debole e centrale. Sul capovolgimento di fronte il Procida va vicino al raddoppio con Quaranta che calcia alto da pochi passi fuori dell’area grande; la palla dopo aver incocciato le reti di delimitazione del campo tornano verso la rete dando così a molti spettatori l’illusione del raddoppio. Al 40’ il Procida è ancora pericoloso da fuori area, questa volta con Gaveglia che impegna il n°1 ospite. Il primo tempo finisce dopo 1 minuto di recupero col Procida in vantaggio meritatamente.

Il secondo tempo inizia e gli ospiti vanno subito all’assalto del pari. Al 6’ punizione dal limite dell’area, la barriera si apre lasciando passare il pallone, il quale nella sua corsa viene deviato anche da un attaccante ospite, ma la palla si ferma tra le brccia di Capece. Passano 2’ ed il Marcianise va di nuovo vicino al pari: contropiede ben orchestrato dai casertani che viene sprecato malamente da Rosi. Il Procida soffre, è visibile un calo atletico dei suoi 11 e si forma un buco tra centrocampo ed attacco. Le uniche azioni pericolose avvengono su calci da fermo: Malgieri di nuca cerca di indirizzare la palla sul palo lontano ma la palla si spegne sul fondo. Cibelli vista la difficoltà dei suoi: rinforza il centrocampo il 4-2-4 iniziale diventa 4-4-1-1 con Liccardi alle spalle di Pirone schierato molto largo sulla sinistra e sostituzione di Intartaglia (uscita con polemica) e Quaranta per Franco e Ambrosino. Gli isolani si schiacciano troppo e al 25’ accade l’inevitabile: calcio di punizione dalla trequarti, sfugge la palla di mano a Capece e Alterio di testa fa 1-1. Lo scoramento degli 11 di Cibelli si somma a quello dei circa 250 assiepati sulle tribune dello Spinetti. Il Procida è sulle gambe, ma cuore ed anima non mancano. Due minuti e pervengono al pari con Pirone che batte Ciontoli con un preciso diagonale. Lo stesso Pirone esce al 33’ per dar spazio a Costagliola, il quale con la sua velocità e con la prateria lasciata dalla difesa a 3 d’emergenza ospite crea occasioni su occasioni. 2 volte liccardi, una volta Autiero sprecano l’occasione di chiudere la gara, e nei sedici metri isolani si soffre, e come se si soffre!Gli ospiti colpiscono anche una traversa clamorosa a portiere battuto.

Al 49’ l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per la doccia rigenerante col Procida che aggiunge altri tre punti superando in classifica la squadra di Sorianiello.

Pagelle

Capece 5 Questa volta San Peppe non è esente da colpe. Capita.

Esposito 6 Qualche imprecisione. Ma non incide negativamente sull’incontro.

Autiero 6 Ahi quell’occasione sciupata al 93’ poteva essere il coronamento di una buona prestazione

Anelli 6.5 Mette al servizio della sua squadra tanta corsa e sacrificio. Insostituibile

Busiello 5.5 Rischia troppo nei duelli in area. Gli va bene

Malgieri 6 Si concede qualche licenza offensiva dove, con maggiore fortuna, poteva essere determinante

Pirone 6.5 Onestamente non stava giocando una gran gara. Ma è pur sempre il match winner. (Costagliola 7 Sfrutta la sua velocità nei grandi spazi lasciati dalla difesa ospite risultando imprendibile. Gli errori dei suoi compagni ne minano gli sforzi)

Gaveglia 7 Dal suo piede nascono entrambi le reti. Migliore in campo

Liccardi 6.5 La rete di testa è il suo marchio di fabbirca. La sanzione disciplinare, pure.

Intartaglia 5.5 Inizia bene, ma finisce presto la benzina. La sostituzione pare inevitabile(Franco 6 I suoi stanno soffrendo, serve un’ulteriore mattone al muro isolano)

Quaranta 6 L’assist del gol e tante imprecisioni. (Ambrosino D. 6 Cane sciolto. Rincorre tutto ciò che si muove.)
ISOLA DI PROCIDA 2 – 1 PROGREDITUR MARCIANISE

ISOLA DI PROCIDA : Capace, Esposito, Autiero, Anelli, Busiello, Malgieri, Pirone (38’ s.t. Costagliela), Gaveglia, Liccardi, Intartaglia (14’ s.t. Franco), Quaranta (17’ s.t. Ambrosino). (In panchina Fiorillo, Gadaleta, Lubrano, Caldora) All. Cibelli Franco

PROGREDITUR MARCIANISE : Ciontoli, De Lucia V. (34’ s.t. Diglio), Santangelo, Picozzi (4’ s.t. Di Sorbo), Alterio, Cisterna, De Lucia A., Tufano, Fusco (25’ s.t. Grillo), Rosi, D’Anna. (In panchina Pasquariello, Pandolfi, Checchia, Sparaco) All. Sorianiello Luigi

ARBITRO : Cascone di Nocera Inferiore

RETI : 11’ Liccardi, 27’ s.t. Alterio, 29’ s.t. Pirone

NOTE : calci d’angolo 4-2 per il Procida. Ammoniti Busiello, Malgieri, Liccardi (P), Cisterna (M). Durata p.t. 47’, durata s.t. 49’. Spettatori 400 circa.

Potrebbe interessarti

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *