Home > procida > turismo > Procida: Dare una progettualità al turismo, cercare di aumentare i servizi offerti e non dare nulla per scontato

Procida: Dare una progettualità al turismo, cercare di aumentare i servizi offerti e non dare nulla per scontato

PROCIDA – A conclusione del periodo più caldo della stagione estiva, che ha visto, secondo i dati forniti dall’Ufficio Circondariale Marittimo, un incremento di sbarchi tra giugno ed agosto di circa 20.000 passeggeri, e prima di addentrarci in quello che sarà il palinsesto degli eventi del mese tradizionalmente dedicato alla cultura, a partire dal 6 e 7 settembre con la VI edizione del “Premio Concetta Barra” istituito dall’Università Federico II di Napoli, organizzato dall’Associazione PartenArt, con la direzione artistica del Maestro Peppe Barra e cofinanziato dal Comune di Procida e dalla Regione Campania nell’ambito del Poc 2014-2020, abbiamo avuto modo di incontrare l’assessore alla cultura ed eventi Nico Granito e l’assessore al turismo, sport e commercio Lucia Mameli per fare un punto della situazione.

“Procida – sottolineano Granito e Mameli – ha regalato ai procidani e ai nostri graditi ospiti un’estate ricca di eventi. Dalla musica leggera, alla prosa, alla danza, all’arte, alla lirica, alla lettura, alle mostre, alla cultura, alle serate dedicate allo sport, alle piazze dedicate ai bambini e alle serate gastronomiche.

Il sito più caratteristico, il borgo di “Terra Murata”, ha ospitato eventi culturali, mostre e concerti, il “Vascello” ha accolto le nostre “Grazielle” con tanta buona musica così come il borgo di Chiaiolella. Piazza Marina Grande ha fatto da sfondo alla 69° Sagra del Mare e la Via Roma ha rappresentato spesso il punto di riferimento per il divertimento di tanti giovani.

Le due marine “Corricella” e “Chiaolella” con le associazioni del luogo hanno organizzato sagre tematiche dove la nostra cultura gastronomica è stata protagonista insieme alle eccellenze artistiche dell’isola. L’intero cartellone di eventi ha regalato un concentrato di emozioni tutte da vivere ed una opportunità per conoscere meglio la nostra splendida isola ma soprattutto si è creata con le associazioni, con i commerciati, con i singoli cittadini che hanno collaborato, una sinergia fattiva e vincente rispettosa degli equilibri del vivere sociale.

L’isola con le sue attrattive naturali ha fatto da cornice a momenti di grande svago ed ha saputo coniugare il divertimento con la pace e la serenità che i suoi luoghi, un po’ spartani ma fortemente identitari, sa donare.

Procida vive un trend positivo e come Amministratori abbiamo il dovere di restare attrattivi, ma con intelligenza e lungimiranza. Dobbiamo dare una progettualità al turismo, cercare di aumentare i servizi offerti e non dare nulla per scontato. Ultimamente diverse località turistiche stanno registrando dati negativi, dovute alla mancata gestione dei flussi. Spesso quantità e qualità non vanno a braccetto. Il turismo – concludono gli assessori Nico Granito e Lucia Mameli – nasce in un posto accogliente, ordinato e pulito offrendo eventi culturali di grande interesse, momenti di relax e divertimento non scontato, proponendo eventi anche destagionalizzati. Se ognuno di noi si sente coinvolto nella crescita della nostra isola, e vi partecipa, il progetto turistico di Procida sarà sostenibile e non sarà “subìto” da qualcuno a favore di altri”.

Potrebbe interessarti

Procida: Maria Capodanno chiede chiarimenti sulla costruzione dei loculi cimiteriali

PROCIDA – La prossima sarà una settimana piuttosto interessante per la politica procidana. Da una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *