Home > Calcio > Procida esce sconfitto dall’Ascarelli

Procida esce sconfitto dall’Ascarelli

PROCIDA – Termina 1-0 per il Ponticelli la sfida delle 11:00 allo Stadio “Giorgio Ascarelli”. Match che viaggia per 90 minuti su ritmi abbastanza blandi, salvo rare folate, complice un terreno di gioco dove era davvero difficile “fare calcio” e che non a caso è stato deciso da calcio da fermo.
INIZIA IL MATCH: Al 5’ primo squillo del Procida con Cibelli che lancia Lorenzo Costagliola che cerca il fratello Antonio Costagliola al centro dell’area ma la palla viene deviata e finisce in corner. Su sviluppo dello stesso corner la colpisce Saurino (autore di un bellissimo gol di testa nell’ultimo match dei biancorossi) ma questa volta non riesce a colpire e para Guadagnuolo. All’8 rispondono i padroni di casa portandosi in area di rigore ma il pericolo viene sventato sul nascere da un reattivo Lamarra. Al 12’ Costagliola A. avanza verso il fondo si accentra col sinistro e crossa per Lorenzo Costagliola che spizza di testa il pallone che termina di poco lontano dalla porta. Al 32’ bello scambio sull’asse Cibelli-Saurino col centrocampista biancorosso che si invola verso la porta avversaria, fermato però sul più bello dal difensore che devia in corner. Al 36’ si fa ammonire tra le fila ospiti Luca Di Spigna che ha avuto troppo da ridire all’arbitro Milito. Al 37’ arriva l’episodio che sblocca un match che faticava a decollare, è Tufo a mettere la zampata vincente su calcio d’angolo, che porta i padroni di casa in vantaggio. Al 41’ il Procida cerca di rispondere con Lorenzo Costagliola che calcia dall’angolo alto dell’area di rigore ma la sfera termina a lato. Al 44’ i padroni di casa sfiorano il raddoppio con Mignogna che si inserisce con i tempi giusti e impatta un buon cross, la palla termina però alta sopra la traversa. L’arbitro concede 2 minuti di recupero, al 47’ si va riposo con il Ponticelli avanti per una rete a zero, la firma è di Tufo.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Subito due cambi tra le fila del Procida con D’Orio per Piro e Vanzanella per Mammalella. Al 47’ punizione in attacco per il Procida da zona pericolosa, calcia bene Cibelli con la palla che sorvola la barriera ma sbatte sulla traversa, nulla da fare per il Procida. Al 56’ Lamarra conferma la sua reattività e lettura del gioco con un’ottima uscita ad anticipare l’attaccante del Ponticelli, sempre attento il portiere procidano quando avanza un pericolo verso la sua area. Al 65’ ancora il Procida, che vuole riacciuffare un match davvero bloccato e a ritmi bassi, stavolta Cibelli cerca e trova un buon taglio verso la porta di Lorenzo Costagliola che pizzica il pallone ma non riesce a colpire e battere il portiere di casa. Poco dopo il 9 biancorosso si fa ammonire. Verso il 70’ i ritmi si abbassano ancor di più, complice un terreno di gioco davvero pesante e la stanchezza da ambo i lati. Il Procida però tenta con le ultime energie e le forze fresche subentrate dalla panchina di riacciuffare il match, nulla da fare. Da segnalare al 90’ una caduta sospetta in area di rigore del capitano del Procida Giovanni Micallo (negli ultimi minuti avanzato ed impiegato a tutti gli effetti come attaccante per aggiungere esperienza e peso in avanti), nulla da fare però, l’arbitro non fischia, decisione che lascia qualche dubbio. Non basta neanche l’ultima azione dove su calcio d’angolo avanza anche il portiere Francesco Lamarra, pericolo in area ma il Ponticelli resiste e porta a casa una preziosissima vittoria.
Esce sconfitto il Procida che sciupa una buona occasione per sterzare e avvicinarsi in maniera decisa verso la zona playoff, sterzata al momento rimandata per i ragazzi di Iovine e Lubrano che quest’oggi hanno sofferto anche un campo dove era difficile dialogare palla a terra.
PONTICELLI: Guadagnuolo, Amato, Incarnato, Mignogna, Guida, Tufo, De Gennaro (63’ Vitielo), Cinque, Colasante (70’ Nota), De Micco (80’ D’Ambrosio), Pulcrano.
A disposizione: Cacace, De Stefano, Appierto, Grimaldi.
Allenatore: Esposito Carmine.
ISOLA DI PROCIDA CALCIO: Lamarra, Lubrano Lavadera V., Micallo, Russo, Piro (46’ D’Orio), Mammalella (46’ Vanzanella), Di Spigna (68’ Muro), Saurino, Cibelli (74’ Parascandolo), L.Costagliola, A.Costagliola.
A disposizione: Telese, Lubrano Lavadera P., Esposito.
Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Lavadera Biagio.
Arbitro: Gianluca Milito di Napoli.
Assistenti: Jacopo Mercurio di Torre Annunziata – Giuseppe Galiero di Napoli.
Ammoniti: Amato, Guida, Pulcrano (Ponticelli) ; Di Spigna, Piro, L.Costagliola (Procida).
Reti: 37’ Tufo.
NOTE:
L’arbitro concede 3 minuti di recupero nel primo tempo. Ben 6 minuti di recupero nel secondo tempo. Gara disputata su un campo di gioco di terra, condizioni discrete.
Spettatori: 100 circa.

Potrebbe interessarti

Le interrogazioni sono sempre opportunità per spiegare l’ordinaria amministrazione

PROCIDA – Sulla raffica di interrogazioni presentate in questi ultimi mesi dal Consigliere comunale Menico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *