Home > Eventi > Procida: I Misteri della Processione del Venerdì Santo

Procida: I Misteri della Processione del Venerdì Santo

PROCIDA – L’appuntamento è per domani alle prime luci dell’alba quando il suono stridulo della tromba e l’echeggiare dei tre colpi di tamburo annunceranno che tutto sta per compiersi. I Misteri, rappresentazioni della Vecchio Testamento e del Vangelo realizzate con l’utilizzo di vari materiali: cartapesta, legno, plastica, polistirolo e altri materiali poveri, che parteciperanno alla Processione del Venerdì Santo di quest’anno saranno n°43 di seguito i titoli: 

 

1-In principio Dio Creò
2-La Creazione
3-L’arca di Noè
4-L’Arca di Noè
5-La Torre di Babele
6-Il sacrificio di Isacco
7-Giona e la balena
8-I Dieci Comandamenti
8bis-La pesca miracolosa
9-La pesca miracolosa
10-La pesca miracolosa
11-La pesca miracolosa
12-Sulla tua parola getterò le reti
13-La pesca miracolosa
14-Vi farò pescatori di uomini
15-Lasciate che i bambini vengono a me
16-Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete liberi davvero
17-Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa
18-La samaritana al pozzo
19-La samaritana al pozzo
20-La samaritana al pozzo
21-La samaritana al pozzo
22-Le Beatitudini
23-Ero straniero e mi avete ospitato
24-Le Scritture mi danno testimonianza: Scriptorum
25-Cena Ebraica
26-L’ultima cena
27-L’ultima cena
28-Fate questo in memoria di me
29-È il segno del tuo amore infinito per noi: L’Eucarestia
30-Io sono la vite voi i tralci 
30 bis-Il sacrificio di cristo
31-Passion Domini
32-Io sono la resurrezione e la vita, chiunque crede in me vivra’ in eterno
33-Poi lo crocifissero e si divisero le sue vesti tirando a sorte
34-L’innalzamento della Croce
35-La Crocifissione
36-Le ultime parole di Gesù
37-La resurrezione
38-Maria Maddalena
39-Perché hai veduto, hai creduto
40-Il Giudizio
41-Chi crede in me vivrà in eterno
42-L’apocalisse
43-Risplende la Regina Signore alla tua destra

Potrebbe interessarti

Un prete di frontiera

Di Annarosaria Meglio PROCIDA – Il 29 agosto del 1997 terminava la sua esperienza terrena …

Un commento

  1. Deve essere suggestivo ed emozionante assistere a tali processioni
    ispirate a componimenti che De Andrè ha prodotto negli anni settanta e che,
    avevano avvinto con la loro poetica autenticità i nostri sensi e sentimenti .
    Lasciarsi andare a sensazioni uniche ed irripetibili,
    costruite sul nostro vissuto religioso e leggendario,
    collegate a passioni che nel collettivo hanno assunto
    aspetti significativi per la nostra secolare avventura di stupore interiore .
    Insieme ai riproduttori di misteri, trascinarsi
    per tortuosi, pittoreschi e penitenti sentieri,
    con l’animo e la vista rivolti al creatore, ispiratore
    di cotanta bellezza ed interezza !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *