Home > Comunicati Stampa > Procida: I motivi dello sciopero dei lavoratori Caremar

Procida: I motivi dello sciopero dei lavoratori Caremar

A seguito dello sciopero svoltosi in data 25/07 nessuno dei sottoelencati problemi dei lavoratori Caremar è stato risolto:

  1. L’inserimento delle clausole sociali nel bando di gara per la privatizzazione della Caremar, ivi incluso il rientro degli amministrativi trasferiti alla Laziomar.
  2. Opposizione agli atti unilaterali dell’azienda nel rivedere gli accordi esistenti.
  3. Erogazione delle sovvenzioni dovute dal Governo alla Regione Campania per la Caremar, per evitare la mancata corresponsione delle retribuzioni.

A ciò si aggiunge il fatto che, a seguito della avvenuta privatizzazione di Tirrenia il Governo centrale, per come definito per la legge di privatizzazione delle società che componevano il gruppo Tirrenia non corrisponde più le sovvenzioni alla Caremar, giacché la Regione Campania non ha operato la privatizzazione della stessa.

Ciò comporta la mancanza di flusso di cassa per la Caremar, con conseguente mancata erogazione, al momento di parte del salario, ma a brevissimo, a meno di un intervento diretto della Regione Campania è a rischio la sopravvivenza stessa dell’azienda e con essa dei 300 posti di lavoro e dei servizi di collegamento con le isole del Golfo.

Si indice pertanto uno sciopero di 48 ore , dalle ore 00.01 del 17.09.2012 alle ore 24.00 del 18.09.2012, dei marittimi Caremar,

annunciando che la loro esasperazione è tale, a causa delle perdite salariali, da poter sfociare in ogni momento in azioni di proteste spontanee.

Rimaniamo chiaramente disponibili a qualunque forma possibile preventiva del conflitto.

p. SEGRETERIA TRASPORTI CAMPANIA

( Emanuele Fernicola )

Potrebbe interessarti

Abbiamo la soluzione!!! A capirci si fa fatica ma a noi interessa la salute del cittadino

Di Giuseppe Giaquinto – Procida in Movimento PROCIDA – Che ci possa essere una rapida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *