Procida. Il Gabbiano stupisce ancora

DON BOSCO STADERA VOLLEY – POL. GABBIANO PROCIDA 0 – 3

25-27; 14-25; 20-25.

Formazione: Sarchioni, Scotto di Marrazzo Marco, Scotto di Marrazzo Vittorio, Tatafiore, Scotto di Perrotolo, Purificato, Lubrano
Lavadera Davide libero.

di Antonio Lepido – Mentre fans e tifosi ormai non ci speravano più, il mister Vittorio
passa la settimana a preparare i propri ragazzi, allenandosi per
colpire i punti deboli degli avversari che ci avevano sconfitto proprio in casa nostra, una settimana fa.
Si parte dall’isola con un carico di una ventina di tifosi agguerriti, decisi a farsi sentire, qualsiasi fosse la situazione da incontrare. In effetti troviamo parecchi tifosi della squadra di casa, ben organizzati con tamburi, megafono e uno striscione che diceva “C’e magnamm…..AUMM”. Ma a quanto pare, gli atelti dello Stadera non hanno così appetito come i propri tifosi, danno per scontata la vittoria e prendono l’incontro un po’ sotto gamba.
Il Gabbiano e i suoi tifosi, invece, di fame ne hanno parecchia, una fame che dura da una settimana, una fame che, a mò di capobranco, fa mangiare tutto e lascia tifosi e atleti avversari completamente a digiuno. Anzi, forse avranno anche qualche acidità di stomaco……fino a Sabato prossimo!
Una esibizione praticamente perfetta, studiata nei minimi dettagli ed eseguita nel più corretto dei modi dagli atleti isolani. A partire dalla battuta, sempre incisiva, pochissimi errori e addirittura molti aces; fattore utilizzato soprattutto nel secondo set che crea un bel distacco nel punteggio. Stavolta funziona parecchio il muro (solitamente molto discontinuo), che limita tantissimo i pericolosi attacchi dei due mancini avversari.
Anche il mister-palleggiatore, in questa gara, riesce a gestire benissimo il gioco, servendo tutti gli atleti della squadra (tutti in ottima forma in attacco) nei momenti giusti, facendoli addirittura attaccare spesso senza muro. Anche la ricezione è molto sicura, oltre alle infinite difese, soprattutto del libero Davide Lubrano Lavadera.

Una gara giocata egregiamente da ogni singolo atleta, che sapeva esattamente cosa fare e lo ha eseguito con precisione, ma forse,
stavolta più di tutte le altre volte, si è visto il gruppo.
Qualità essenziale che esigiamo dal nostro Gabbiano. Qualità
ottenuta grazie a tutti gli altri atleti in panchina, nonostante non
ci sia stato spazio per nessuno di loro, e anche da chi era fuori
dal campo, entrambi ad urlare e supportare la squadra anche nei
momenti più difficili. Queste sono le armi più potenti. Questo è
vincere. Sabato ci sarà bisogno di tutto questo ancora per la gara
3, gara che deciderà chi merita di continuare l’ascesa e lì vedremo
chi avrà più fame.

Prossimo incontro presso la scuola media A.Capraro:
02/04/11 17.00 POL. GABBIANO PROCIDA DON BOSCO STADERA VOLLEY

Potrebbe interessarti

306211 procida calcio

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.