Procida, il tenimento agricolo del carcere diventerà un’area giochi

PROCIDA – Cinquemila metri quadri intorno allo storico Palazzo d’Avalos liberati dai rovi e restituiti a una nuova vita: qui una volta i detenuti del carcere coltivavano la terra e allevavano maiali e mucche, presto invece saranno i bambini dell’isola a giocare felici tra altalene e scivoli. La Città Metropolitana di Napoli ha accordato un finanziamento di 34 mila euro al Comune di Procida per la realizzazione del parco giochi all’interno del “Giardino sul mare dell’incanto”, nel borgo di Terra Murata, un’area nuovamente aperta al pubblico la scorsa estate e già oggetto di un intervento di piantumazione di essenze e alberi della flora mediterranea, con un altro finanziamento della Città Metropolitana.
I nuovi imminenti lavori, anticipati dai rendering, mostrano ora il nuovo intervento, previsti entro la prossima primavera: si tratta di un progetto in linea con uno degli obiettivi già inseriti nel dossier di candidatura di Procida a Capitale italiana della cultura 2022 (l’isola è tra le 10 finaliste da cui il Mibact sceglierà il 18 gennaio la città aggiudicataria), che prevede investimenti specifici e interventi sul territorio per le nuove generazioni.
“Quella dell’area giochi di Terra Murata era una delle prime richieste di finanziamento del nuovo mandato: siamo orgogliosi di poter offrire all’isola e ai suoi ospiti, grazie a un lavoro corale degli amministratori con delega ai finanziamenti, ai giovani, all’ambiente e all’inclusione, un’area così bella per i più piccoli, e non solo”, sottolinea il sindaco Dino Ambrosino.
L’intervento rientra nella più ampia azione di riqualificazione  di Palazzo d’Avalos, il complesso monumentale poi trasformato in carcere, riaperto al pubblico del 2016.

render1.jpgrender4.jpgrender3.jpgrender2.jpgrender5.jpg


Potrebbe interessarti

Procida: Nuovo dispositivo traffico veicolare per il mese di Settembre

PROCIDA – Con il mese di settembre, il comandate della Polizia Municipale, dott. Luigi Martino, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *