Per Procida: Inizia l’anno scolastico, tante le difficoltà

PROCIDA – (Comunicato stampa gruppo “Per Procida”) – Tra pochi giorni apriranno i portoni delle scuole per accogliere dirigenti, docenti, personale tecnico ed amministrativo, collaboratori scolastici, studenti, famiglie ed avviare il percorso del nuovo anno scolastico.

Come gruppo “Per Procida” auguriamo un buon lavoro a tutti anche se sappiamo che le difficoltà non mancheranno.

Siamo in attesa di conoscere, ad esempio, il nuovo dispositivo di traffico veicolare (Via Marconi resterà interdetta o sarà riaperta?), così come non è dato sapere se l’Amministrazione intende portare avanti il servizio di trasporto pubblico dedicato agli studenti.

Certo, in altri tempi, dopo la perdita di tre classi del Comprensivo “Capraro” (due presso la Centrale ed una al plesso Chiaiolella), cosa che determinerà perdita di posti di lavoro e la formazioni delle “classi pollaio” che lo stesso Renzi ha tanto criticato, almeno la componente genitori che siede nel Consiglio di Circolo, giustamente, non avrebbe fatto mancare, pubblicamente, la propria voce di  disagio nei confronti della classe dirigente (sia scolastica che politica); oggi, stranamente, però, neanche un sibilo.

Altro problema è il protrarsi ingiustificato dei lavori che stanno interessando il plesso scolastico di Chiaiolella. Usufruendo di un finanziamento attivato dalla precedente Amministrazione Capezzuto, i lavori, avviati a fine delle lezioni a giugno, non sono ancora stati ultimati e, a quanto si sa, continueranno anche dopo il 15 settembre con la scuola aperta. Anche qui, in epoche non lontane, alto si sarebbe alzato il grido di protesta dei genitori contro la politica inefficiente, insolente, invocando problemi di sicurezza, di salubrità degli ambienti e chi più ne ha più ne metta; oggi, viceversa, facebook e i vari gruppi dedicati parlano, stranamente, d’altro, tutti tranquilli e gioiosi.

Sarà che “La Procida che vorrei” è impegnata ad aprire i portoni, le scuole, evidentemente, possono anche aspettare.

Potrebbe interessarti

blank

Dimensionamento scolastico: non ci siamo

La parola dimensionamento molto spesso fa rima con ridimensionamento a tutti i livelli, sia nazionale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *