Home > scuola > Procida: La scuola e le sfide del terzo millennio.

Procida: La scuola e le sfide del terzo millennio.

villaniPer approfondire alcune problematiche che interessano la scuola e l’universo giovanile, abbiamo incontrato Giovanni Villani, presidente del Consiglio d’Istituto del “F.Caracciolo – G. da Procida”. Originario di Salerno, sposato con una procidana, due gemelli, Giovanni Villani è laureato in Economia e Commercio, con Master in A.F.C., dottore commercialista e lavora tra Napoli e Roma quale Responsabile Amministrazione Finanza e Controllo delle due Società di call-center del Gruppo Telecom Italia. Tifoso del Napoli, dedica gran parte del tempo disponibile all’impegno sociale e, in modo particolare, all’ambito scolastico.

Da genitore quali pensi siano le problematiche maggiori che vive l’universo giovanile in un piccolo territorio come Procida?
<<Vado dicendo ai giovani, quando ho il piacere di interagirvi, di aprirsi con coraggio e passione al mondo attrezzandosi oggi con gli opportuni strumenti, quali, ad esempio, un titolo di studio, la conoscenza delle lingue, l’acquisizione di competenze e sviluppando la capacità di reagire ed agire, al fine di essere competitivi domani.>>
Genitori, alunni, Istituzioni, corpo docente dove è possibile migliorare per fare sistema?
<<Occorre un cambiamento culturale; a Procida, osservo che prevale l’individualismo, manca una visione di “sistema”, forse c’è anche un po’ di paura verso il cambiamento ed il rinnovamento. Si procede per inerzia!>>
Quali le difficoltà che la scuola del terzo millennio è costretta ad affrontare?
<<Sono “allergico” a questo tipo di domanda. Sarebbe sufficiente che la Scuola, nelle sue articolazioni, recuperasse comportamenti quotidiani naturali per riprendersi la sua centralità nello sviluppo del paese. Rivolgo, soprattutto, un invito ai genitori di stare più vicino ai loro figli, in particolare negli anni di frequentazione della scuola superiore.>>
I punti di forza del Piano formativo e le iniziative poste in campo dall’Istituto Comprensivo “F. Caracciolo – G. da Procida” per rendere appetibile la propria offerta?
<<Anche l’Offerta formativa approvata dal Consiglio d’Istituto per l’anno scolastico in corso si propone di far acquisire una consapevolezza critica  costruttiva di se stessi e del mondo, aiutando a crescere cittadini e non sudditi, attraverso attività e progetti (vedere sito: http://www.caraccioloprocida.it/): è fondamentale il rispetto della persona, l’ascolto dei ragazzi in una società affetta da “Tanto rumore per nulla”. Siamo un istituto che ha deciso di puntare sulle persone perché ormai le scuole sono tutte uguali nella struttura ma la differenza è nelle persone e nella loro credibilità ed affidabilità.

Nell’ottica di migliorarci, stiamo provando a potenziare ulteriormente sia l’indirizzo tecnico di trasporti e logistica sia quello liceale. Con la Dirigente Scolastica, particolarmente attiva e dedita  a migliorare la Scuola a Procida, abbiamo provato ad ampliare l’offerta formativa per l’anno scolastico 2014-2015 con un nuovo indirizzo (oltre quello tecnico – trasporti e logistica – e liceale); è mancato il voto favorevole del Collegio dei docenti, prima, e del Consiglio d’Istituto poi!>>
Contributo volontario da parte dei genitori, dopo la sollecitazione di Federconsumatori, quale la posizione della scuola?
<<Ho ricevuto la lettera della Federconsumatori e l’ho messa fattor comune col Consiglio d’Istituto.
Per l’anno scolastico 2013/2014 il Consiglio d’Istituto deliberò un contributo volontario unitario di 90 euro, riducendolo rispetto agli anni pregressi, e modulandolo per numero di figli e rateizzandolo. Per l’anno scolastico 2014/2015 il Consiglio delibererà il 30 gennaio p.v.
Lunedì 21 gennaio 2014 insieme agli altri rappresentanti dei genitori presenti nel Consiglio d’Istituto (Paolo Esposito di Costanzo – Antonietta De Candia e Antonella Cafasso) abbiamo incontrato i rappresentanti dei genitori delle varie classi per continuare, ad un anno dal nostro  insediamento, ad informare sia su tematiche quali i lavori in corso ovvero i viaggi d’istruzione sia sul contributo volontario (cosa diversa sia dalle tasse scolastiche erariali sia dai rimborsi spese sostenute dalla Scuola per le famiglie come l’assicurazione RC ed Infortuni). Ci ha fatto piacere vedere tantissimi genitori in una sala stracolma, peraltro disponibili a pagare un contributo volontario rivisto ma avendo consapevolezza della destinazione a consuntivo ed a preventivo di tale entrata.
Abbiamo sottolineato ai presenti l’importanza delle Famiglie, finché ce la faranno, a sostenere anche finanziariamente la Scuola che ha oramai una carenza strutturale di risorse economiche, con l’obiettivo di migliorare la formazione dei nostri figli e di garantire il funzionamento minimale della Scuola! Oramai la formazione che oggi fornisce la Scuola non è più sufficiente a rendere competitivi gli allievi, va integrata, e qui sono fondamentali le Famiglie.>>
Puoi confermarci, così come molti sostengono, che c’è un ritorno al “nautico”? Se vero, quali pensi siano le motivazioni?
<<Confermo che per il prossimo anno si prevede un’ulteriore crescita degli alunni, ne abbiamo discusso anche in una recente riunione del Consiglio d’Istituto. Stanno pervenendo numerose richieste dalla terraferma (in particolare Monte di Procida ), stante l’importanza della nostra Scuola. All’Open day di domenica scorsa hanno partecipato decine di ragazzi provenienti in particolare da Monte di Procida. In questo contesto la Dirigente Scolastica ha anche chiesto all’Amministrazione Comunale di sostenere queste richieste intervenendo nel settore dei trasporti marittimi tra Pozzuoli/Monte di Procida e Procida ed integrando gli sforzi dell’Istituto scolastico.
Prevale la convinzione, soprattutto in questo periodo di difficoltà economiche sociali, che l’indirizzo nautico risolva il problema del lavoro! E’ una convinzione diffusa ma che non mi trova d’accordo!
Lavori in corso presso l’Istituto?
<<Lo scorso anno hanno preso avvio lavori di tipo strutturale per circa 750.000 euro; seguiranno altri lavori attinenti alla qualità degli ambienti per una spesa complessiva di circa 720.000 euro.
C’è e ci sarà un po’ di disagio ma cerchiamo di avere una Scuola più funzionale.>>

Potrebbe interessarti

Procida: Domani scuole chiuse

PROCIDA – Considerato il peggioramento delle condizioni meteo, con pioggia e vento forte, così come …

2 commenti

  1. Giovanni Villani

    Nel ringraziare Guglielmo Taliercio per l’opportunità datami di socializzare alcune riflessioni sul mondo della Scuola, desidero aggiungere che il Consiglio d’Istituto del 30 gennaio u.s si è aggiornato al 3 febbraio p.v. alle ore 15,30 per discutere con i rappresentanti dei genitori delle classi sul contributo volontario e sulla sua destinazione per il 2103-2014.

    • Desidereremmo avere risposte chiare e precise sul contributo(sembra una sciocchezza ma questa vicenda è il termometro su come si va avanti in questo paese), grazie del tempo che dedicate alla scuola e ai nostri giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *