Home > Procida: “L’Attesa. Storie di donne procidane.”

Procida: “L’Attesa. Storie di donne procidane.”

Questa sera alle ore 19.00, presso l’Antica Chiesa di San Giacomo andrà in scena: “L’Attesa. Storie di donne procidane”, spettacolo partecipato tra teatro, musica e fotografia messo in scena da Caterina Pontrandolfo e Cristina Messere. Le musiche originali e gli arrangiamenti al piano saranno di Maria Grazia Ritrovato. Volti e immagini procidane mostrate attraverso le foto della nota giornalista e scrittrice Giuseppina De Rienzo. Lo spettacolo si inserisce nel cartellone degli eventi proposto dal Comune di Procida denominato “Viaggio sull’isola del Postino”, progetto finanziato dalla Regione Campania, ideato per esaltare in ambito turistico e culturale la vocazione cinematografica di Procida che dagli anni ’50 ad oggi ha ospitato circa 35 film di notevole spessore artistico che hanno avuto una risonanza mediatica internazionale e il cinema è il veicolo formidabile per raccontare questi luoghi della memoria con la memoria dei luoghi.
“L’Attesa” racconterà di come le donne procidane, da sempre, vivono i momenti di lontananza dai loro marittimi, imbarcati a bordo delle navi, e la vicenda che vede protagonisti i quattro procidani nelle mani dei pirati somali con le rispettive navi ne è un ulteriore angosciante esempio. A sottolinearlo anche Caterina Pontrandolfo e Cristina Messere, registe e protagoniste della perfomance teatrale: “L’Attesa racconterà anche la drammatica attualità dell’angoscia e della preoccupazione che l’isola vive a causa dei marittimi sequestrati dai pirati somali da oltre 300 giorni”.
Continuano, così, gli eventi che hanno come unico filo conduttore il racconto dell’isola attraverso i registi e gli attori che l’hanno calcata. “I turisti che partono da Procida – spiega l’assessore al turismo, Fabrizio Borgogna – conservano nella loro personale valigia della memoria i nostri paesaggi, la natura, la bellezza architettonica, la cultura con tutte le nostre storie e tradizioni. L’isola ha ritmi di vita lenti che ti permettono di apprezzare tutto il bello che ci circonda e il valore schietto, sincero ed unico del rapporto umano con i residenti. Noi con il cineturismo promuoviamo un turismo semplice, ecosostenibile, umano, basato sulla riscoperta ed esaltazione dell’esistente”.

Potrebbe interessarti

Meteo: Da domani 24 ore di allerta gialla

PROCIDA – La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di avverse condizioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *