PROCIDA: LAVORATORI EAV SOTTO PRESSIONE DA PARTE DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI. IL DISSENSO DEL COMITATO

 riceviamo e pubblichiamo:

PROCIDA – E’ in uso presso l’amministrazione comunale di Procida convocare i lavoratori della società di trasporto EAV srl per convincerli ad accettare nuovi orari di lavoro e/o una diversa organizzazione del lavoro nonché per censurare motivazioni a base dello sciopero sindacale convocato per il giorno 11 luglio 2016 sull’isola di Procida.
Ci teniamo a precisare che nessun membro dell’ammi…nistrazione comunale è il datore di lavoro dei dipendenti dell’EAV e, nell’ipotesi lo fossero stati, ricordiamo che ci sono prerogative sindacali, specie in materia di organizzazione e di orario di lavoro, che competono esclusivamente alle rappresentanze sindacali.
A maggior ragione ogni tentativo di censurare i motivi di uno sciopero legittimamente convocato e che contiene tra i punti di lotta e di dissenso la piena contrarietà delle rappresentanze sindacali al nuovo sistema di trasporto a mezzo circolari sull’isola di Procida, giustamente ritenuto penalizzante per utenza procidana, turisti, categorie commerciali, immagine dell’azienda stessa, rappresenta un tentativo dell’amministrazione comunale di difendere in modo autoritario ed antidemocratico una propria scelta.

Ricordiamo che l’art. 28, comma 1 della legge 20/5/1970 n. 300, è orientato a sanzionare comportamenti diretti ad impedire o limitare l’esercizio della libertà e della attività sindacale da parte dei lavoratori e delle stesse rappresentanze dei lavoratori.

È evidente che tali condotte non sono tollerabili perché alterano la serenità e la profittevolezza dello svolgimento delle corrette relazioni sindacali a beneficio del clima aziendale e dei diritti non solo dei lavoratori, ma anche dell’ azienda EAV, unica vera datrice di lavoro.

Il tutto nella prospettiva dell’affermazione del principio della piena responsabilità di ognuna della parti, nel rispetto dei ruoli che a ciascuna di esse sono assegnati, nella certezza che ciò costituisca un utile ed indispensabile antidoto contro il manifestarsi o peggio ancora il persistere, di elementi di teratologia relazionale che nuocciono al clima lavorativo, alterano i rapporti e frenano il dialogo.

Giuseppe Giaquinto

Comitato difesa trasporto pubblico sull’isola di Procida

Potrebbe interessarti

In arrivo forti temporali, scatta l’allerta arancione

PROCIDA La Protezione Civile della Regione, ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge …

2 commenti

  1. Caro Giaquinto sicuramente hanno ragione come motivo dello sciopero,pero’ bisogna ricordare che il comune di Procida mantiene il loro posto di lavoro con i nostri soldi ,per l’utenza che soddisfano basterebbero non piu’ di 4/5 autisti .Penso che vediamo tutti la maggior parte delle corse gira a vuoto con tutti e 2 sistemi di circolazione,e’ solo un modo per prendere voti in cambio di promesse. E IO PAGO……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.