Home > procidani > Procida: Maria “BIG CAT” l’impiegata degli “ultimi”

Procida: Maria “BIG CAT” l’impiegata degli “ultimi”

maria big catdi Francesco Marino
E noto che fra i procidani gli impiegati comunali non godono di buona fama, spesso non sono stato tenero con i miei articoli nei loro riguardi. Essi spesso nell’immaginario dei cittadini sono ricordati bollati a torto come una lobby di fannulloni. Forse perché tanti procidani hanno nei loro ricordi i mitici impiegati comunali del passato che erano d’esempio a tutti. Chi non ricorda per esempio il cav. Mario Ambrosino o la formidabile funzionaria Angelina Vicidomini (Cammarota)?
Ecco perché oggi vogliamo segnalare ai nostri distratti lettori un’impiegata modello ovvero la Sig.ra Maria Scotto di Perta meglio conosciuta come Maria “Big Cat”. Sorella del fratelllo, singolare enologo degli anni novanta, Michele che lanciò con sorprendente successo il marchio “BIG CAT”. Maria si è formata alla grande scuola di Angelina Cammarota. Ha ricoperto in silenzio tutta la trafila d’impiegata comunale: dal 2008 Segreteria del Sindaco Lubrano, arrivando alla fine della sua carriera ancora segreteria dell’attuale sindaco Capezzuto. Maria, dopo il suo lavoro giornaliero al Comune, dedica le restante ore della sua intensa giornata al servizio sociale. Lavoro che svolge scrupolosamente e con riservatezza. Insomma Maria non è solo un punto di riferimento al Comune di Procida ma anche un punto fermo per gli ultimi. Quando parli con Maria noti soprattutto il suo sorriso che tanto colpì la Sig.ra Laura Parascandola, che la considerava e la considera un pilastro del Comune.

Ora Maria nel 2015 andrà in pensione e noi pensiamo che le sue conoscenze, le sue competenze non vadano disperse.
I procidani devono dare l’opportunità a questa impiegata modello di restare ancora al servizio di tutti.

Ecco perché noi auspichiamo che Maria Scotto di Perta si candidi alle prossime elezioni comunali in una lista civica a Lei più affine quale Consigliere Comunale.

Siamo sicuri che nella prossima legislatura comunale del 2015, libera da lacci e laccioli Maria potrà dare nel sociale e soprattutto agli “ultimi” tanta competenza e tanto amore.
Crediamo che Maria mediterà su questa inattesa proposta che certamente sarà condivisa da tanti cittadini che la conoscono e la stimano.

Chi vivrà vedrà.

Potrebbe interessarti

“Stelle su Procida”: Del Prete, Gragnaniello e Sannino in concerto in piazza Marina Grande

PROCIDA – Questa sera, nella suggestiva e spettacolare cornice di piazza Marina Grande, serata finale …

13 commenti

  1. dott. MAURO RUOCCO

    Nel frattempo, forse dovrebbe preoccuparsi di fare regolarmente come molti altri “ultimi “, il biglietto sull’autobus , anche per una sola fermata ,in modo da non fornire un cattivo esempio .La stima si conquista anche attraverso piccoli gesti , non necessariamente eroici magari semplici e quotidiani .

  2. Caro Franco,
    anche se molte volte non condivido il tuo pensiero questa volte devo ammettere che hai fatto veramente centro.
    Infatti ti posso assicurare, senza possibilità di smentita, che Maria “big cat” gode di illimitata stima e “FIDUCIA” da parte dell’Amministrazione comunale di tutti i suoi colleghi e di chi ha avuto la fortuna e l’onore di conoscerla a fondo.
    Secondo me saranno in tanti a contendersela per la prossima competizione elettorale.
    Comunque complimenti per l’intuito.

  3. Franco Marino ha rovinato la povera Maria. Volete scommettere che adesso Capezzuto la licenzia dalla segreteria ora che ha capito che si candida e non vota lui?? Hihihi

  4. Caro Franco,
    Ma lo sai che stai rischiando una denuncia per apologia di reato?
    Maria big cat è un’arma di distruzione di massa, informati.
    Attila al suo confronto è un seminarista.
    mi stai diludendo,…. vuoi che muoro?
    *******ATTENZIONE QUESTO COMMENTO PROVIENE DAI PC DEL COMUNE DI PROCIDA******

  5. Anatema!!! Signor Marino, non pensa che bisogna dare spazio ai giovani. Dopo tanti anni di carriera una persona potrebbe anche organizzarsi per portare il cagnolino ai giardini pubblici invece di stare sempre nel sottobosco del potere.
    *******ATTENZIONE QUESTO COMMENTO PROVIENE DAI PC DEL COMUNE DI PROCIDA******

  6. Chi vivrà vedrà. Forza Maria
    *******ATTENZIONE QUESTO COMMENTO PROVIENE DAI PC DEL COMUNE DI PROCIDA******

  7. Penso

    che la proposta non parta da Marino e arrivi a Maria,semmai è stato all’incontrario,penso…

  8. giovanni martino

    Maria e’ di tutti e tale restera’ qualunque sia la sua personale decisione sul proprio futuro. Sara’ per sempre al suo posto, e anche dalle panchine dei giardinetti pubblici con il suo cagnolino (dove qualcuno la vuole sistemare……..Ve l’immagginate?) sapra’ sbrigare velocemente e disinteressatamente qualsiasi pratica che chiunque le vorra’ presentare. Per noi sara per sempre Maria “BIG CAT” del Comune.

    Per il momento, lasciamola lavorare tranquillamente…
    Come direbbe un mio amico siculo,: “Mariiia, Futtatinne!!!!”
    Saluti.

  9. Gianni condivido pienamente il tuo scritto, soprattutto l’articolo di Francesco Marino, eccellente.Chi sparla di Maria, è tutto piccineria talmente piccina che è scritto sulla neve, oltre al primo cognome…POVERINO!!!
    Maria, Buon Lavoro vai avanti. Anche questa è Procida, chi cerca di costruisce qualche piccina in giro per il paese per lavare i panni dice che Maria demolisce. Sì ma chi???

  10. Carissimi Amici del Procidano,
    voglio comunicarvi che in redazione stanno arrivando DECINE di commenti su questo articolo che NON pubblicheremo!
    Da quando abbiamo lanciato il blog, avvengono “cose strane” e mi aspetto che, con queste poche righe di chiarimenti, ciò non avvenga più frequentemente, almeno dal prossimo anno.
    Non si offendano gli Internauti procidani con queste “banali” informazioni che sto per dare. Tuttavia corre l’obbligo di precisare che la navigazione su Internet di un qualsiasi utente avviene veicolando il proprio indirizzo IP (un numeretto che può essere fino a 12 cifre simile ad un numero di telefono) sui server di destinazione. Vale a dire che se da casa mi collego e vado su una specifica pagina, il server “registra” un IP, il mio appunto, che rende UNIVOCA la mia visita al sito stesso. Ovviamente se spegniamo il router e torniamo sulla pagina di prima il server registrerà un altro IP perché i “comuni mortali”, alle proprie case, hanno un contratto ADSL definito ad IP dinamico.
    E chi se ne frega direte voi.
    Invece adesso viene il bello..
    Il COMUNE DI PROCIDA, dal punto di vista informatico “TERRA DI NESSUNO“, essendo un ente pubblico, hanno un IP FISSO.
    In pratica navigare con QUALSIASI PC del Comune equivale a TELEFONARE.
    Cioè chi riceve la telefonata sa perfettamente con chi sta parlando perché legge il numero del chiamante. Per la navigazione dai pc del Comune avviene praticamente la stessa cosa. Chi naviga dai pc del Comune, DICHIARA esattamente nome, cognome, indirizzo e numero di telefono dell’ENTE, nella fattispecie il Segretario Comunale intestatario del contratto XDSL.
    Pertanto prego i buontemponi del Comune di astenersi dal commentare, magari cambiando semplicemente e-mail o utilizzando improbabili nickname. Giacché ci siamo, successivamente siete pregati di non lamentatevi di ciò che VOI STESSI VI SCRIVETE… Credetemi, siamo difronte a situazioni tanto semplici e imbarazzanti da essere comprese perfino da chi usa il pc solo per andare su Facebook. Quindi, gli amici del Comune non se la prendano a male se gli chiediamo di evitare i pc degli uffici per commentare e scrivere cavolate.
    GRAZIE e Buon Anno a tutti!

  11. Premessa fondamentale, non sono un Procidano, spero di esserlo di adozione vivendo l’isola con frequenza continua anche in inverno amandone le spigolature i colori i profumi, il mare, dove anche a Dicembre amo fare il mio “TUFFO NEL BLù”.
    Dalle pagine di FB ebbi l’opportunità di comunicare con la Signora Maria Problematiche Sociali alcune cose che da turista notai e che era giusto segnalarle per la buona resa turistica della stessa isola di Procida,Immensa soddisfazione ricevetti dall’interloquire con la signora Maria che con solerzia e garbo accolse il sottoscritto ed allertando chi di dovere risolse le mie segnalazioni. Con piacere Ella a mia richiestami accolse nel suo ufficio ed ebbi modo di personalmente ringraziarla a nome dei turisti che io mi sentivo di rappresentare, fui colpito dal suo sorriso che invoglia a vivere la vita con la gioia che essa merita, brava Maria leggo la possibilità di una sua candidatura sono certo che gli “Amici” Procidani sapranno cogliere tale opportunità di consentire il prosieguo del suo impegno a favore della comunità dello “Scoglio” avvenuto in maniera solerte e discrta ad oggi confermandole un meritato voto segno di gratidudine del suo operato, il suo meraviglioso sorriso illumini il vostro cammino anche nel futuro grato a Vopi grato a Maria un Turista innamorato di Procida. Mario Sannino

  12. Franco Marino di che ti sei fatto a Natale ?……
    Maria Big Cat, se la conosci la eviti….

  13. E’ strano che pur non conoscendo di persona quest’impiegata solerte, sono stimolata a commentare anch’io in suo favore, se non altro per solidarietà come ex impiegata dello stato pagata poco e gestita male dai miei superiori . Dagli incoraggiamenti che leggo sulle vostre mail deduco di non essere stata sola a prodigarmi coi visitatori della biblioteca dove ultimamente prestavo servizio e immagino, di avere avuto anch’io critiche feroci da parte di quei cittadini che volevano a tutti i costi impedire che ricevessi complimenti . Ricordo in particolare uno sgradito commento ricevuto via internet da una immatura minorenne che, al Liceo Garibaldi voleva acidamente correggermi, senza averne le capacità…ma è noto che…la madre degli ignoranti è sempre gravida !
    Porgo quindi i miei omaggi a questa vostra solerte impiegata .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *