Home > Ambiente > Procida: Pasquetta tra passeggiate e prodotti tipici

Procida: Pasquetta tra passeggiate e prodotti tipici

PROCIDA – Giorno di Pasquetta dedicato, come tradizione, complice le condizioni meteo primaverili, alle passeggiate e alla degustazione, a tavola, dei prodotti tipici locali. Tra questi, riportati nella bella foto di Raffaele Tizzano, il carciofo. A Procida, che rientra tra i prodotti tipici della Regione Campania, si coltiva un carciofo del tipo romanesco, che produce capolini primari di grosse dimensioni e di forma globosa, verde chiaro con venature violacee e capolini secondari di dimensioni inferiori e di colore più tendente al viola. La pianta è rustica e molto vigorosa, in grado di produrre capolini anche del terzo, quarto e quinto ordine. Oltre che fresco, il carciofo di Procida viene commercializzato anche confezionato artigianalmente sott’olio secondo un’antica ricetta che prevede che i capolini del secondo ordine e successivi vengano puliti, sbollentati in acqua, aceto di vino bianco e sale e conservati in vasetti di vetro con aggiunta di olio extravergine di oliva, aglio, origano e peperoncino piccante. Dopo averli lasciati stagionare 2 mesi, i carciofi sott’olio sono pronti per essere consumati e si possono conservare per oltre 6 mesi. A molti, però, il carciofo piace mangiarlo bollito condito con olio, prezzemolo e aglio.

Potrebbe interessarti

Scala: Stagione estiva con troppi disagi per i cittadini

PROCIDA – Alla vigilia del ferragosto il consigliere Menico Scala, in una nota, esprime una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *