Home > PROCIDA: SAGRA DEL PANE – Sabato 5 giugno

PROCIDA: SAGRA DEL PANE – Sabato 5 giugno

sagrapane2010.jpgSabato 5 giugno, alle ore 21.00, a Procida, prenderà il via la stagione estiva con la VI edizione della Sagra del Pane e dei Prodotti Tipici locali promossa dalla Parrocchia di S. Antonio e dalla locale Pro Loco, con la collaborazione di varie associazioni culturali e di volontariato attive sull’isola ed il patrocinio della Regione Campania e dell’Assessorato al Turismo ed allo Spettacolo del Comune di Procida. Nel tranquillo scenario di via IV Novembre sarà protagonista l’enogastronomia procidana tra musica, canti, balli con l’esibizione di noti artisti e complessi locali. Protagonista della manifestazione sarà il Pane, preparato (è proprio il caso di dire) in tutte le salse dai mastri fornai procidani al quale sarà abbinato il prodotto simbolo dell’agricoltura locale: il limone. Già da giorni, decine e decine di volontari stanno lavorando alacremente per rifare il look alla piazza e per preparare sfiziosi e succulenti piatti da offrire ai visitatori. Non mancherà, quindi, la più classica insalata di limoni (con aglio, olio, sale e menta) e il pesce fiuto”antico piatto dei pescatori procidani preparato senza pesce. Partecipando alla festa capirete il perché! E poi Pani speciali con olive, rosmarino, olio, abbinati a salsicce alla brace, scarole, spinaci, zucchine; e ancora pasta con coniglio o con tonno e frigitelli, pizze fritte, dolci fatti in casa, vino locale…e tanto altro ancora. Il tagliando, quale contributo alla degustazione, costerà 10 euro. Ma il gioco vale la candela, visto che l’incasso sarà utilizzato per la costruzione di un oratorio per Chiesa. Insieme al ticket si riceverà un panino benedetto e un segnalibro con l’immagine di S.Antonio e l’invito a “riunirsi intorno alla cordialità del Pane di S. Antonio di Padova. E tra uno stand e l’altro, gli artigiani locali, custodi di una tradizione secolare, metteranno in mostra ricami, merletti, prodotti in ceramica ed in legno, dipinti. La manifestazione spiega Don Vincenzo Vicidomini, promotore della Sagra nasce per creare un momento di aggregazione positiva e di puro divertimento per grandi e piccoli, riunendoli per una sera in un unico contesto. E con l’incasso costruiremo un oratorio. Ciò nonostante, la sagra è diventata anche un richiamo per centinaia di turisti e visitatori alla ricerca degli antichi sapori di una volta. Solo dalla vicina isola di Ischia sono attesi un migliaio di partecipanti. Gli organizzatori, infine, precisano che sarà utilizzato esclusivamente materiale biodegradabile. Infotel 081.896.96.28 – www.procida.itPERCHE’ IL PANE DI SANT’ANTONIO?Soprattutto nei giorni che precedono la festa di Sant’Antonio (già da tredici giorni prima), il quartiere si anima festosamente di centinaia di persone. Il momento forte è legato al giorno di Sant’Antonio (13 giugno) quando tutta l’isola si muove per andare a rendere omaggio al Santo patavino e portare a casa il Pane dei Poveri, più comunemente detto Pane di Sant’Antonio. Più di due quintali di pane vengono distribuiti in quel giorno a tutti i fedeli e le offerte ricavate vanno in beneficenza. Non si può dunque parlare di Sant’Antonio, senza parlare di pane. Il pane è legato particolarmente alla figura del Santo per due motivi. Il primo motivo è di carattere storico religioso in quanto si racconta che Sant’Antonio risuscitò un bambino annegato, la cui madre aveva promesso di offrire tanto pane ai poveri quanto era il peso del bambino morto. Il secondo motivo è di tipo assistenziale e risale al secolo scorso quando a Padova Padre Antonio Locatelli avviò la distribuzione giornaliera di pane ai poveri della città. Da allora è rimasta la tradizione del Pane di Sant’Antonio che viene distribuito oltre che nel giorno della festa liturgica, anche il 15 febbraio (festa della Lingua di Sant’Antonio) e nei 13 Martedì che precedono la festa a giugno.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *