Home > Calcio > Procida-San Pietro 0-0. Pareggio amaro per il Procida

Procida-San Pietro 0-0. Pareggio amaro per il Procida

PROCIDA – Non riesce a raggiungere la 12esima vittoria nelle ultime 13 gare il Procida Calcio che però prolunga la striscia di risultati positivi seppure con un pizzico di amaro in bocca per questo pareggio a reti bianche contro il San Pietro Napoli, quest’oggi vero e proprio osso duro allo Spinetti.
INIZIA IL MATCH: Al 3’ sono gli ospiti a rendersi pericolosi con un ispirato Mellone che calcia col destro ma para Lamarra. Al 7’ si rende protagonista in fase difensiva Vittorio Lubrano, il terzino procidano per due volte fa muro sul doppio tentativo di Lucarelli, sventando un pericolo concreto per i padroni di casa. Al 10’ c’è anche il Procida che si rende pericoloso con L.Costagliola che s’infila in area di rigore e dal fondo cerca Cibelli pronto a ribattere in rete ma allontana il pericolo la retroguardia ospite. Al 15’ Cibelli si mette in proprio e punta la retroguardia gialloverde che però chiude bene le linee e si oppone all’iniziativa dell’11 biancorosso. Al 20’ sempre Cibelli che recupera palla tra le linee, punta la porta di Fusco e da fuori area calcia un siluro che colpisce in pieno il palo con Fusco battuto, davvero sfortunato l’attaccante procidano su questa conclusione perfetta da fuori area, nulla da fare per il Procida, si resta sullo 0-0. Al 30’ un legno colpito anche per il San Pietro, sugli sviluppi di un calcio d’angolo infatti esce Lamarra ma non riesce a bloccare il pallone che termina sul piede di un calciatore gialloverde che a porta sguarnita colpisce in pieno la traversa, brivido anche per il Procida. Al 35’ i padroni di casa, già sofferenti dell’assenza di Saurino, devono fare a meno anche di Antonio Costagliola, il dieci biancorosso esce infatti per infortunio, una brutta notizia in casa Procida. Al 42’ ancora Cibelli, tra i più ispirati dei suoi quest’oggi, si infila in area di rigore e calcia ma para Fusco. Termina 0-0 la prima frazione di gioco con una gara piuttosto equilibrata allo Spinetti.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Parte subito col piede sull’acceleratore la formazione di Iovine e Lubrano con Paolo Lubrano che dopo appena 40 secondi viene lanciato in area di rigore da Micallo, il centrocampisto procidano taglia con i tempi giusti e calcia col destro ma para Fusco, Procida vicinissimo al vantaggio. Al 4’ ancora i biancorossi pericolosi questa volta con L.Costagliola che si sposta il pallone sul destro e calcia a giro, traiettoria mortifera ma Fusco ci mette la mano e devia in calcio d’angolo, ancora un brivido per la retroguardia del San Pietro ed ancora Procida vicino a sbloccare il match. Al 5’ continua l’assedio biancorosso con i ragazzi di Iovine e Lubrano che non ci stanno a restare sullo 0-0, questa volta è Cibelli che riceve la sfera in area di rigore e calcia, tiro che non trova la deviazione sulla linea di porta da parte di Lorenzo Costagliola, deviazione che poteva essere vincente e decisiva, si resta però ancora sullo 0-0. Al 6’ continua l’assedio incessante del Procida che mettono alle corde il San Pietro, questa volta è P.Lubrano che calcia a giro col destro dal limite dell’area, si supera ancora Fusco. A metà secondo tempo il San Pietro si fa rivedere dalle parti della porta di Lamarra ma in questa seconda frazione di gioco forse è il Procida a meritare un qualcosa in più. Al 21’ e 23’ è il neo entrato Barone a cercare la conclusione da fuori area, in entrambi i casi però il tiro viene parato da Fusco. Sul finale di secondo tempo la gara si innervosisce leggermente con il San Pietro che lotta con onore e orgoglio per difendere il risultato e padroni di casa che cercano di sbloccarla ma non ci riescono con la lucidità di sempre. Termina dunque dopo 4 minuti di recupero il match al “Mario Spinetti” con il Procida che esce dal campo con l’amaro in bocca per non aver colto i 3 punti, resta comunque un’ennesima buona prestazione dei biancorossi che sicuramente hanno anche sofferto alcune assenze pesanti oltre ad una non brillantezza sotto porta, ma nulla è ancora perduto in casa biancorossa con i ragazzi di Iovine e Lubrano che restano in piena zona play-off e proseguono pur sempre con il loro cammino a dir poco straordinario.
PROCIDA CALCIO: Lamarra, Lubrano V., Russo, Micallo, Boria, Mammalella, Muro, Lubrano P. (83’ Parascandolo), Costagliola A. (35’ Barone), Cibelli, Costagliola L. .
A disposizione: Telese, D’Orio, Auciello, Vanzanella, Annunziata.
Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Biagio.
SAN PIETRO: Fusco, Carandente, Prato, Montanino, Esposito, Monaco (65’ Orteca), Sica (85’ Bifaro), Siciliano, Mellone, Lucarelli (65’ Parisi), Manna.
A disposizione: D’Auria, Penza, Iannone.
Allenatore: Montanino Francesco.
ARBITRO: Carmine Rea – Ercolano.
ASSISTENTI: Jacopo Mercurio – Torre Annunziata; Roberto Romano – Torre del Greco.
AMMONITI: Cibelli, Mammalella, L.Costagliola (Procida); Monaco (San Pietro).
RETI: Nessuna.

Potrebbe interessarti

Procida Film Festival 2018: Record di iscrizioni per le sezioni competitive della kermesse

PROCIDA – Si scaldano i motori per un appuntamento voluto fortemente dal compianto Fabrizio Borgogna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *