Home > procida > Il Procida scaccia la maledizione dello 0-0,ci pensa Costagliola A!

Il Procida scaccia la maledizione dello 0-0,ci pensa Costagliola A!

PROCIDA – Dopo due pareggi consecutivi per 0-0, il Procida Calcio trova la prima vittoria in campionato (portandosi a 5 punti in classifica) grazie al gol del suo numero 10 Costagliola A.!
Al “Comunale” di Ottaviano i ragazzi di Iovine e Lubrano dimostrano ancora un’ottima solidità difensiva, lasciando la casella di gol subiti ancora a 0 (terzo “cleansheet” consecutivo per il portiere Lamarra), questa volta però, accompagnati dai 3 punti.
INIZIA IL MATCH: Al 2’ si fanno avanti gli ospiti con un tiro di A.Costagliola che però va a finire fuori. Al 5’ Tiro a giro di D’Urso per l’Ottaviano, parata di Lamarra, ma prima c’era stato un contrasto con il difensore Lubrano Lavadera V. che dopo soli 5 minuti, dice addio alla sua partita ed al 7’ gli subentra Esposito. Il Procida si risistema e arretra la mezz’ala Muro sulla linea dei difensori, con un ottimo risultato. Al 12’ si fanno vedere i padroni di casa con La Pietra che si inserisce e supera Lamarra in uscita ma a porta vuota colpisce il palo, si resta sullo 0-0. Al 17’ il Procida controbatte con Saurino che colpisce di testa su un calcio di punizione vicino la bandierina ma la palla termina alta sopra la traversa. Al 21’ l’Ottaviano cerca la ripartenza ma il “sempre presente” Micallo anticipa e mantiene alta la linea difensiva del Procida. Al 28’ Fabrizio Muro salva vicino la linea di porta un tiro con Lamarra che sembrava battuto, dando il via ad una sua prestazione personale in questo “ruolo inedito” davvero esaltante. Al 29’ Lorenzo Costagliola si inserisce e “face to face” con il portiere Longobardi non riesce a siglare la sua prima rete, calciando sul piede del portiere di Ottaviano, successivamente, al 30’, lo stesso Costagliola L.si fa ammonire per proteste.
Al 33’ ancora il Procida a spingere, questa volta con Lorenzo Costagliola che serve il giovane classe 2001 D’Auria che cerca di infilarsi in area ma viene contrastato e si porta il pallone sul fondo. Al 37’ ammonito tra le file di casa il numero 6 Varriale. Al 41’ Costagliola L. si accentra e tira dall’angolo dell’area di rigore ma il portiere para. Al 43’ Muro la crossa, palla deviata di mano dal centrocampista, ma va a finire tra i piedi dei procidani al limite dell’area, ma l’arbitro non dà vantaggio, chiamata discutibile. Si chiude la prima frazione di gioco sullo 0-0 con una partita abbastanza equilibrata.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Al 2’ Lorenzo Costagliola si allarga e offre la palla a Saurino che di prima battuta calcia col sinistro ma la palla va sopra la traversa. All’8’ Costagliola A. inizia a riscaldare il piede, calcia fuori. Al 12’ doppia sostituzione, esce tra le fila dei padroni di casa con il numero 10 D’Urso ed entra con il numero 15 il bomber Sossio Aruta e con il numero 4 Saggese, per il numero 16 Cocozza.
Al 13’ il Procida si schioda dallo 0-0 (forse anche oggi, un poco stretto) ed è Costagliola A. a siglare il vantaggio, girandosi in un fazzoletto sulla trequarti e puntando con grinta e cattiveria la porta di Longobardi, i difensori tentano di bloccarlo ma Costagliola A. fa tutto col sinistro e resiste alle cariche, entra in area di rigore e con tutta la cattiveria agonistica fa esplodere un sinistro sul quale Longobardi viene perforato.
Il Procida finalmente conquista quello che merita e acquista ancora più fiducia, al 16’ viene ammonito tra le fila biancorosse Esposito. Al 17’ esce il giovane 2001 D’Auria ed entra un altro “millenials”, ossia il 2000 Mammalella. Alla mezz’ora esce, tra gli applausi, il “match winner” Costagliola A. ed entra Cibelli. Al 31’ Sossio Aruta avanti Lamarra che come un gatto la blocca di riflessi, ma era fuorigioco di Aruta, resta un’ottima parata di Lamarra sempre pronto quando chiamato in causa. Al 31’ per l’Ottaviano esce Carotenuto ed entra Bellofiore. Al 32’ Lorenzo Costagliola continua a sacrificarsi molto ed ottiene uno dei tanti falli ben guadagnati durante il match. Al 34’ si fa avanti la Virtus Ottaviano ma Lamarra dice ancora di no! Al 36’ Procida pericoloso con Cibelli che sfila sulla linea del fuorigioco e di furbizia prende palla fuori l’area di rigore, avanza ma non riesce a concludere e chiudere il match. Al 40’ il Procida continua a difendersi bene complice l’ottimo sacrificio di tutti ed una linea difensiva perfetta, con la solita coppia centrale Micallo-Russo davvero impenetrabile ed un Fabrizio Muro sublime in questo “ruolo inedito” di terzino. Al 42’ esce un buon Lorenzo Costagliola ed entra Paolo Lubrano Lavadera per tentare di coprirsi e portare a casa lo 0-1, Cibelli unica punta. Vengono poi concessi 5 minuti di recupero ed al 46’ esce un altro “man of the match”, Fabrizio Muro, in costante crescita ogni minuto che passa sul terreno di gioco, ed entra Barone. La Virtus Ottaviano tenta l’assalto in extremis ma non gli riesce, la vince il Procida 0-1.
I ragazzi di Iovine e Lubrano dimostrano per la terza volta consecutiva una perfezione difensiva ammirevole, incassando ancora 0 gol e poche occasioni pericoloso. Questa volta però, riuscendo a scacciare anche la maledizione degli 0 gol fatti e finalmente, dopo 2 pareggi, riescono a volare verso i 3 punti, questa volta, sulle ali di Costagliola A.!
 
VIRTUS OTTAVIANO: Longobardi, Russo, Carotenuto (31’ s.t. Bellofiore), Saggese (12’ s.t. Cocozza), Garofalo, Varriale, Cozzolino, D’Arco, La Pietra (22’ s.t. Ambrosio), D’Urso (12’ s.t. Aruta), Basso.
a disposizione: Lavorante, Scudo, Borrelli.
allenatore: Iervolino Michele.
ISOLA DI PROCIDA: Lamarra, Lubrano Lavadera V. (7’ Esposito), Russo, Micallo, Piro, Saurino, Di Spigna, Muro (46’ s.t. Barone), D’Auria (17’ s.t. Mammalella), Costagliola L. (42’ s.t. Lubrano Lavadera P.), Costagliola A. (30’ s.t. Cibelli).
a disposizione: Telese, Parascandolo.
allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Lavadera Biagio.
ARBITRO: Ferrara di Salerno. ASSISTENTI: Caianiello di Napoli, Avallone di Nocera Inferiore.
NOTE:
Gol: 13’ s.t. Costagliola A. (Procida).
Ammoniti: Costagliola L. (Procida), Esposito (Procida), Varriale (Ottaviano).
Sostituzioni:
Procida: Lubrano Lavadera V. (7’ p.t. Esposito), Muro (46’ s.t. Barone), Costagliola L. (41’ s.t. Lubrano Lavadera P.), Costagliola A. (30’ s.t. Cibelli), D’Auria (17’ s.t. Mammalella).
Ottaviano: Carotenuto (31’ s.t. Bellofiore), Saggese (12’ s.t. Cocozza), La Pietra (22’ s.t. Ambrosio), D’Urso (12’ s.t. Aruta).
Spettatori: 100 circa.
 
Fabrizio Zingone, UFFICIO STAMPA ISOLA DI PROCIDA CALCIO.

Potrebbe interessarti

Menico Scala: Natale al freddo e al gelo

PROCIDA – Stoccata polemica quella del consigliere comunale Menico Scala a proposito del cartellone degli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *