Home > circomare procida > PROCIDA: Soccorso natante con falla a bordo. Sani e salvi i quattro occupanti

PROCIDA: Soccorso natante con falla a bordo. Sani e salvi i quattro occupanti

Capitaneria di PortoTutto è bene quel che finisce bene, anche se la paura non è stata poca. Compiuta con successo, infatti,  l’operazione di soccorso, assistenza e messa in sicurezza di un natante in difficoltà, con quattro persone a bordo, in località Chiaia dell’Isola di Procida.

Alle ore 15.30 di sabato 20 luglio, la Sala Operativa della Guardia Costiera di Procida ha ricevuto una segnalazione telefonica di SOS, relativa ad un natante di otto metri di lunghezza, con una presunta falla a bordo e conseguente imbarco di acqua dal lato poppiero. Prontamente è stato inviato sul posto il battello veloce G.C. B67, già impegnato lungo la costa isolana in attività di pattugliamento nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” ed una pattuglia via terra.

Giunti sul posto, i militari hanno accertato l’avvenuta messa in sicurezza delle  persone a bordo del mezzo, una famiglia proveniente dalla provincia napoletana, ed hanno proceduto alla verifica di eventuali fuoriuscite di idrocarburi nonché, constatatane l’assenza, al coordinamento delle operazioni di recupero e successivo rimorchio del natante, avvenuto ad opera di personale dei pontili del porto di marina di Chiaiolella, nel frattempo fatto confluire sul punto dalla sala operativa della locale Autorità Marittima.

L’unità è stata imbragata con idonea attrezzatura, che ne ha evitato il completo affondamento, e successivamente, è stata trasportata presso il porto di marina di Chiaiolella, ove è stato effettuato, alla presenza del personale della Guardia Costiera, l’immediato alaggio della stessa e la sua messa in sicurezza.

Il tempestivo intervento dei mezzi e degli uomini del Comando procidano, agli ordini del T.V (CP) Giuseppe Panico,  ha evitato l’affondamento dell’unità e scongiurato un eventuale possibile inquinamento marino. Sulla vicenda sono in corso gli ulteriori accertamenti di rito tesi a chiarirne le cause.

Potrebbe interessarti

OMare Mio, Antonino Cannavacciuolo riparte da Procida

PROCIDA – Il noto chef Antonino Cannavacciuolo si imbarca in una nuova sfida dedicata al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *