Procida: Sospensiva del TAR per l’assegnazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Lo scorso 28 agosto, la Sezione Prima del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, ha disposto la sospensiva sul ricorso proposto dalla S.E.P.A. Srl,  contro Comune di Procida;  nei confronti di Tek.R.A. Srl, Geo Ambiente Srl; per l’annullamento previa sospensione dell’efficacia, dell’aggiudicazione definitiva di cui alla determinazione dirigenziale n. 93 del 9.7.2012, a favore della società Tek. R.A. srl. A distanza, quindi, di quasi un anno dall’indizione della gara per l’affidamento pluriennale del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani per oltre 13milioni di euro  e dopo le tante vicissitudini degli ultimi anni, in attesa dell’evolversi delle vicende legali, la S.E.P.A. s.r.l. continua a svolgere il relativo servizio. Di seguito il dispositivo del TAR.

“Visti il ricorso e i relativi allegati;

Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm.;

Ritenuto che, in ragione dell’imminenza del passaggio di cantiere come programmato per il 1° settembre p.v., nonché delle perplessità come sollevate con riguardo all’avvalimento frazionato utilizzato dalla Tek.ra, sussistono i presupposti di legge per la concessione dell’invocata urgente misura cautelare fino alla Camera di Consiglio del 12/9/2012 fissata per la trattazione collegiale dell’istanza di sospensione,

P.Q.M.

ACCOGLIE l’istanza e, per l’effetto, sospende il provvedimento impugnato.

Fissa per la trattazione collegiale la Camera di Consiglio del 12/9/2012.

Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.”

Potrebbe interessarti

QUESTIONE OSPEDALE – Luigi Muro: La battaglia continua

PROCIDA – La questione relativa all’Ospedale “Gaetanina Scotto di Perrotolo” sembra ancora lontana dall’essere risolta. …

Un commento

  1. Con l’indizione della gara, pur auspicata,si è fatto un passo avanti ma si è persa l’opportunità per definire un modello di gestione dei rifiuti a Procida, non ispirato a prendere atto del deficitario “status-quo” ma diretto ad individuare una nuova organizzazione: riduzione dei rifiuti, in primis, e poi raccolta differenziata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *