Home > procida > ambiente > Procida: Topolino cerca casa

Procida: Topolino cerca casa

topolino cerca casa - topi scuola procidaPurtroppo, anche questa volta, i topi hanno preso il sopravvento e i responsabili delle varie istituzioni procidane hanno dovuto capitolare davanti a quella che, oramai, appare come un’occupazione inarrestabile e in grande stile.

Da lunedì prossimo, a seguito della delibera del Consiglio d’Istituto del 23 aprile scorso, per affrontare l’emergenza topi, il plesso centrale della scuola materna ed elementare di Largo Caduti, sarà chiuso per almeno sette giorni per consentire, speriamo sia la volta buona, un’adeguata opera di disinfestazione e pulizia (la quinta di questo sfortunato anno scolastico). Per consentire, comunque, lo svolgimento delle lezioni, già fortemente compromesse dalle tante chiusure che si sono succedute da settembre ad oggi, i giovani alunni saranno distribuiti presso gli altri plessi scolastici dell’isola, attuando, in larga parte orario pomeridiano secondo la seguente disposizione:
– Seconde e Terze classi Elementare tempo pieno:  Scuola Media orario ingresso ore 8,20 uscita ore 16,20 (mensa refettorio);
– Terze classi: Scuola Media orario ingresso ore 14,30 uscita ore 18,30;
– Prime e Seconde classi: plesso Chiaiolella orario ingresso ore 14.30 uscita ore 18.30;
– Quarte e Quinte classi: Istituto Magistrale ingresso ore 14.30 uscita ore 18.30.

La scuola dell’infanzia si alternerà nel plesso di Via Libertà ciò significa che le lezioni saranno a giorni alterni.

Inutile sottolineare lo scetticismo espresso da tanti genitori davanti a questa ennesima operazione, in quanto, per alcuni di essi, data per buona la pulizia radicale all’interno dell’immobile, le vere cause dell’invasione vanno rintracciate nelle aree circostanti la struttura scolastica, alcune delle quali abbandonate da anni, dalle quali, secondo alcuni passanti, nottetempo vere e proprie carovane di ratti muoverebbero per cercare cibo presso i contenitori di rifiuti posti nelle prossimità. Inoltre, come denuncia un genitore su fb, in questi giorni da un tombino della fogna proprio tra la scuola elementare in oggetto e il vicino liceo G. da Procida, fuoriuscivano liquami maleodoranti.

Molte le lagnanze provenienti dai genitori anche per l’effettuazione del turno pomeridiano che per i piccoli allievi si trasformerà in un sacrificio e per molte famiglie rappresenterà un vero e proprio stravolgimento dell’organizzazione familiare, talvolta con esborsi in danaro di genitori che vanno a lavorare e che non hanno a chi lasciare i propri figli. In altri casi, per chi ha diversi figli alla scuola dell’infanzia, si vede costretto a portarne uno a Chiaiolella, un altro alle Medie e magari un altro al G. da Procida.

A tal proposito il Consiglio ha infatti preferito deliberare per i doppi turni piuttosto che per un prolungamento delle attività scolastiche nel mese di giugno. L’auspicio, visto che di certezza non si può parlare, è che almeno per i prossimi quaranta giorni, tanto manca alla chiusura ufficiale dell’anno scolastico, i topi siano così gentili almeno da concedere una tregua.

Potrebbe interessarti

Nuovo dispositivo veicolare per accedere alla scuola di Via F. Gioia

PROCIDA – La Polizia Municipale informa che da lunedì 10 Settembre, con l’inizio del nuovo …

Un commento

  1. I topi di città o di altri territori, trovano campo libero quando le fognature, non assolvono alla funzione preposta, e le condizioni igieniche stradali rimangono a lungo trascurate .
    I topi prolificano in luoghi insani, senza manutenzione comunale o di esercizio .
    I singoli cittadini in tali frangenti rimangono impotenti e,
    devono subire le varie inefficienze, quasi sempre causate da cattiva o inesistente amministrazione locale .
    Non esiste un sistema ” miracoloso ” per eliminarli, ma tenersi lontani da essi con attenti sopralluoghi in sede e, assunzione di rimedi temporanei ma decisivi è un preciso dovere di ogni residente .
    La lotta ai topi è costosa e deve essere periodicamente intrapresa, a livello di condominio, con programmati orientamenti che investono l’impianto intero di cui è servita ogni singola costruzione, specie se vetusta e maltenuta, ed a livello di cittadino con una attenta e costante attenzione alle abitudini di smaltimento dei rifiuti di genere degradabile .
    Prima d’ogni altra priorità va inserita nei congressi condominiali, poi che richiede costi ed impegni periodici non affrontabili dal singolo cittadino .
    I danni ingenti che queste infestazioni procurano agli oggetti ed alle persone
    dovrebbero muovere allo scopo chi dice di occuparsi ” del nostro sociale “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *