Cure domiciliari
Cure domiciliari

Progetti personalizzati di “Cure domiciliari” per malati gravi e con reddito ISEE basso

PROCIDA – (C.S.) In applicazione di un decreto interministeriale che eroga fondi per potenziare il sistema integrato di accesso, valutazione e presa a carico della persona non autosufficiente ed al potenziamento delle prestazioni socio assistenziali nell’ambito dei servizi socio sanitari domiciliari, la Regione Campania ha aperto un bando pubblico al quale il cittadino in gravi condizioni può partecipare.
La richiesta può essere fatta dal cittadino interessato , da un familiare , da un tutore o dai servizi sanitari o sociali del territorio.
Per partecipare al bando sono necessarie le seguenti condizioni:
invalidità civile 100% o Legge 104 art. 3 comma 3 e patologie in atto o esiti delle stesse che necessitano di cure erogabili a domicilio e età superiore ai 65 anni;
potenzialità e disponibilità della famiglia a fornire un concreto supporto al progetto;
idonee condizioni abitative in grado di consentire la concreta erogazione delle prestazioni previste;
il consenso consapevole da parte della persona o del suo tutore;
presa in carico da parte del medico di medicina generale.
Per la determinazione dell’esenzione o del valore della quota di contribuzione al costo del servizio, verrà valutato l’ISEE del paziente e sono previsti i seguenti parametri:
Esenzione totale dalla compartecipazione per un ISEE inferiore o uguale a Euro 10.439, 31.
Compartecipazione pari al 100% se l’ISEE supera Euro 28.381,88.
Per le persone che hanno un ISEE compreso fra i due limiti ci sarà una quota di compartecipazione proporzionale alla situazione economica.
La domanda dovrà essere fatta su appositi moduli, al più presto, entro il 5 agosto 2016 o il 12 agosto 2016.
Gli interessati possono rivolgersi ai Servizi sociali del proprio comune o direttamente al Centro Antenna Sociale e/o all’Ambito N 13- Comune di Ischia, Ufficio di Piano, tel: 081.3333234-235-227, e.mail sociale.ischia@tiscli.it.

Potrebbe interessarti

blank

Procida: Il Comune proroga al 31 dicembre 2024 le concessioni demaniali

PROCIDA – Anche per il 2024 non sono previsti i bandi e saranno salvaguardate le …

Un commento

  1. A proposito di agevolazioni per terapie sanitarie
    verso cittadini che hanno superato il sessantacinquesimo anno d’età, con patologie domiciliari e gravi .
    Vorrei sottolineare a tutti voi la necessità di riesaminare
    alcune condizioni di diritto, a parere non solo mio,
    a riverificare .
    I contributi collettivi che consentono ad ognuno
    assistenze, sono distribuiti secondo il cosidetto reddito che,
    di frequente non rispecchia la reale disponibilità economica
    e di salute d’ ogni richiedente,
    a causa di motivi sindacali, occultamento ricchezza,
    o intestazione d’essa a persone insospettate,
    comprendendo altri mezzi più o meno consentiti d’evasione …
    Le condizioni poi, differenziate
    per ogni nucleo familiare che, a volte
    fortunosamente,
    ha mantenuto nel tempo coesione e connessione,
    determinano ingiuste condivisioni o
    trascurate applicazioni di questa legge che,
    dovrebbe supportare i più debolo e che finisce
    per premiare quelli furbescamente organizzati,
    anche nel dichiarare ISEE non credibili
    messi a confronto ad effettive condizioni di sussistenza !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *