eavbus senza mezzi e1452753214911
eavbus senza mezzi e1452753214911

Procida: a luglio diminuiscono gli utenti EAV

PROCIDA – Secondo le prime indiscrezioni relative agli utenti del servizio trasporto pubblico gestito dall’EAV, sull’isola di Procida sarebbero stati venduti, nello scorso mese di luglio, complessivamente, oltre 50.000 biglietti a cui sommare 440 biglietti giornalieri, per un incasso di circa 62.000 euro, nello stesso periodo del 2015 i biglietti venduti complessivamente erano stati 58.400 a cui aggiungere 770 i biglietti giornalieri per un incasso di circa 72.000 euro (in percentuale sarebbe circa – 15%).

Se tali dati dovessero venire confermati, nonostante l’innegabile aumento dei turisti presenti sull’isola, l’ampliamento delle fasce di divieto di circolazione, le iniziative promozionali messe in campo dall’Amministrazione, l’ampliamento dell’utenza che, con le circolari, necessita del biglietto orario e l’aumento delle corse, ci troveremmo di fronte a un risultato su cui riflettere.

Potrebbe interessarti

Bevere (Forza Italia Procida): Accensione fuochi e zanzare due criticità

Procida – Il dipartimento commercio e turismo di Forza Italia dell’isola di Procida, in una …

5 commenti

  1. geppino pugliese

    Se gli amministratori pensano nelle loro fantasie che il procidano lasciano i veicoli privati per “ingrassare ” quella specie di
    museo di elefanti di parco bus,e sono disposti x muoversi a prendere due pullman e pagare E.1.50 ,sarebbe 30 cts piu degll’anno scorso

    con pullman vecchissimi,pericolosissimi,senza nessuna cosa che funziona allora vuol dire che non hanno capito niente.

    I divieti totali dalle 19 alle 04,00 sono “INUTILI E DANNOSI ” e sono totalmente controproducenti.

    Comprimono il commercio,immobilizzano le persone che sono costrette a chiudersi nelle loro tane,disincentivano la mobilità giovanile che vorrebbe d’estate spaziare da una parte e l’altra.

    Cosi l’isola sembra la sera ” UN C I M I T E R O DI ELEFANTI ”

    Ma Sig.Sindaco Lei ha occhi x vedere….non so

    Le persone in piu,qualcuna che è venuta in più non è dipeso dalle ” mirabilie ” del Sindaco,ma semplicemente per una congiuntura economica pesantissima a Napoli ,per l’assoluta ” PERICOLOSITA ” di accedere a posti ,come l’Egitto,Turchia,Francia,Inglitterra quindi ,non diciamo cose non vere,SE NON SI LIBERALIZZA TUTTO è una delle stagioni più disastrose che io conosca

    • Lei non fa altro che vomitare veleno senza sapere quello che dice. Si perche è lei che non ha occhi per vedere ma solo odio.

  2. Il sindaco dimostra ancora una volta
    Semmai ce ne fosse bisogno
    Il suo essere democratico e il suo essere uomo di parola e non di parole.

  3. geppino pugliese

    Questa volta

    faccio un eccezione,interloquisco con ” Antonio “,di cui non so chi è ,e quindi non dovrei parlarci, perchè,per me,semplicementem non esiste.

    Questo solo x dire che io non ho nessun odio verso il Sindaco,non sono di nessuna parrocchia politica,e me ne vanto.

    Dico semplicemente ciò che penso,chiunque fosse al comando.E so esattamente quello che scrivo,motivando i pensieri,non solo x scrivere qualcosa,e per contribuire a un miglioramento della vita dei procidani

  4. A volte mi chiedo se per questa isola così tanto piccola e carica di abitanti (aggiungiamo pure per ogni abitante almeno un auto) si voglia prospettare un ritmo di vita accelerato e frenetico…per caso qualcuno vuole trasformare PROCIDA nella luccicante, vorticosa e instancabile LAS VEGAS?
    Insomma, i giovani possono vivere serenamente anche su un’Isola che invoglia passeggiate sotto la luce di un cielo silenzioso e stellato. Innamorarsi davanti a un tramonto o a un’ alba; radunarsi in qualche bel giardino carico di odori e colori…procida ne è piena (speriamo per sempre!)… sono stufa di leggere che per far funzionare Procida occorra modificare il divieto di circolazione perché la gente non esce; che i commercianti non lavorano perché tutti si rifugiano nelle proprie tane. Spero si stia scherzando! Invito a tutti coloro che fossero interessati di visitare le isole più belle d’Italia (quali le Eolie, Ventotene, Tremiti etc etc etc etc etc) dove quelle quattro auto che circolano sono elettriche e a due posti. Dove i turisti e abitanti prediligono il trasporto pubblico.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.