Procida. Un tavolo di coordinamento per le spiagge libere

Si è svolto nella mattinata di martedì 15 febbraio u.s., presso gli uffici della Guardia Costiera di Procida, un tavolo tecnico finalizzato al coordinamento della gestione della pulizia degli arenili e degli specchi acquei liberi presenti sull’isola di Procida, alla presenza del Comandante del porto, della dottoressa Rita BARONE, responsabile del servizio ecologico ed ambiente del Comune di Procida ed il Comandante della Polizia Municipale di Procida, Colonnello Giuseppe TROTTA.

Il tavolo tecnico ha avuto dunque modo di pianificare un duplice profilo d’intervento.

In primo piano, la pulizia degli arenili liberi.

Le Amministrazioni coinvolte hanno, difatti, condiviso la necessità di operare una pulizia una tantum nella corrente stagione, onde consentire un decoro paesistico ai litorali di riferimento anche nel  corso della stagione invernale.

Routinari sopralluoghi esperiti dal personale militare della Guardia Costiera di Procida avevano invero evidenziato negli ultimi giorni l’accatastamento di rifiuti, anche pericolosi, sulla battigia degli arenili liberi siti in località “Le Grotte”, “Pozzo Vecchio”, “Ciraccio”, “Ciracciello”, “Punta Lingua” e lungo la spiaggia della Chiaia.

La dott.ssa Barone, preso atto dei partecipati rilievi fotografici, da un lato ha disposto un “intervento straordinario per la rimozione dei rifiuti evidenziati dall’accertamento in tempi compatibili con le esigenze dell’ufficio”, dall’altro, in previsione della incipiente stagione estiva, si è impegnata a “richiedere alla Amministrazione Comunale gli indirizzi politici relativi alla individuazione di una ditta od associazione che provvede alla pulizia degli arenili liberi in un orario preliminare l’inizio della balneazione o comunque compatibile con il suo svolgimento”.

In tal senso, il Comandante della Polizia Municipale, nel più ampio spirito di collaborazione interistituzionale, ha partecipato la propria disponibilità a contribuire “ reperendo fondi regionali nell’ambito dei progetti di sicurezza urbana integrata”.

Non secondariamente è stata concertata la necessità di provvedere, ai fini della tutela delle acque costiere e marine e per la promozione turistica del territorio, di un servizio di pulizia degli specchi acquei balneabili dell’isola.

Secondo il Comandante del porto, T.V. (CP) Flavia LA SPADA, “E’ indispensabile attivare un eco battello nella stagione estiva, soprattutto nei mesi di luglio e di agosto nei quali, come noto, la densità di abitanti per chilometro quadrato, mediamente, raddoppia”.

La dott.ssa Barone, in proposito, ha confermato che per tale servizio sarà possibile attivare il battello SPAZZAMARE, ormeggiato presso il molo di levante del porto di Marina Grande, secondo orari e modalità da concordare. Nei prossimi giorni sarà formalizzata dal Comune di Procida la pertinente richiesta di finanziamento alla Provincia competente per territorio.

Potrebbe interessarti

Dalla Germania arriva un messaggio chiaro: Il futuro si tutela ora!

“È davvero storico – dichiara Stefano Zuppello, presidente di Verdi Ambiente e Società – quello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.