Home > Calcio > Quartograd-Procida: 0-4

Quartograd-Procida: 0-4

PROCIDA –Termina con una goleada biancorossa la sfida tra Quartograd e Procida Calcio, con i ragazzi di Iovine e Lubrano che quest’oggi hanno dimostrato tutte le loro qualità tecniche, di gioco e caratteriali, rendendosi protagonisti di una partita al limite della perfezione, siglando ben 4 reti (con la possibilità anche di ottenere un risultato ancor più ampio) e confermando la solita solidità difensiva, non a caso si parla della seconda miglior difesa del campionato.
INIZIA IL MATCH: Partono subito con il piede sull’acceleratore gli ospiti che al 3’ si rendono pericolosi proprio con il loro numero 9 Lorenzo Costagliola che conquista palla al limite dell’area di rigore ma non riesce a servire Cibelli libero, in affanno allontana la difesa del Quartograd. All’8’ rispondono i padroni di casa, spinti dal loro pubblico sempre caldo e motivante, con una incursione pericolosa, si fa trovare pronto e scalda i guantoni Lamarra. Al 12’ ancora Lorenzo Costagliola che questa volta segue bene gli sviluppi di un calcio d’angolo e calcia dal limite dell’area un siluro che termina però sopra la traversa. Da un 9 a un 9, al 15’ risponde il Quartograd con la sua punta Antonio Monda che s’infila in area di rigore sfruttando anche qualche rimpallo ma trova un sempre reattivo Francesco Lamarra che legge in anticipo l’azione come se avesse una sfera di cristallo e blocca ogni pericolo sul nascere. Al 23’ sulle onde di una partita divertente, la rende ancor più divertente per gli ospiti Lorenzo Costagliola che sfrutta un bell’assist del suo compagno di reparto Cibelli, il quale dal fondo cerca e trova con un rasoterra il suo numero 9 che fredda il portiere Compagnone ed infila la palla nell’angolino, 0-1 Procida. Al 30’ attaccano ancora i biancorossi, questa volta è Ciro Saurino che calcia un bolide da fuori area, para Compagnone poi sulla respinta non riesce nel colpo vincente Antonio Costagliola. Poco dopo, al 31’ annullato un gol agli ospiti, con il solito Lorenzo Costagliola, ispirato quest’oggi, che però è di pochi centimetri in fuorigioco. Al 35’ rispondono i padroni di casa con una punizione pericolosa dal limite che viene deviata e termina in calcio d’angolo. L’arbitro concede 2 minuti di recupero dopodiché decide che si può andare negli spogliatoi, termina la prima frazione di gioco con il Procida in vantaggio ed una partita abbastanza divertente e a ritmi piuttosto alti.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: La seconda metà di gioco inizia sul medesimo tema della prima, con un Procida coraggioso nel vivo del match, al 2’ uno scatenato Lorenzo Costagliola riceve palla in area di rigore, supera con un sombrero il difensore e calcia al volo col sinistro, palla sopra la traversa non di molto. Il Procida vuole chiudere i giochi e mettere in cassaforte una partita dominata, al 4’ Cibelli supera con un tocco di classe il difensore ed entra in area di rigore ma non è freddo nel siglare la rete del 0-2, occasione sprecata per Cibelli che quest’oggi è di sicuro tra i migliori dei suoi e poteva condire la fantastica prestazione con un gol. Al 5’ ancora sfuriata biancorossa, con Lorenzo Costagliola che conquista palla tra le linee e cerca la giocata solitaria, troppo egoista in questa occasione, poteva forse servire Cibelli libero in area di rigore e ricambiargli così il favore per il gol. Al 8’ sempre Cibelli quest’oggi imprendibile, si lancia verso la porta avversaria e calcia di collo pieno un siluro che però termina sopra la traversa, anche in questa occasione il talento procidano poteva e doveva essere più freddo sotto porta. Al 15’ mette il punto esclamativo sulla partita il Procida, con il medesimo tema del primo gol, sempre con un fantastico assist di Cibelli e sempre con Lorenzo Costagliola che riceve la sfera in area di rigore e calcia un bolide che termina sotto la traversa, doppietta per il 9 biancorosso che ringrazia per la seconda volta Cibelli per l’assist, la coppia 9 e 11 funziona. Al 26’ cerca di reagire il Quartograd, quest’oggi tramortito dall’approccio aggressivo e offensivo del Procida, con un tiro potente di Savarese che viene però murato dal solito Giovanni Micallo, anche oggi autore insieme a tutto il reparto difensivo biancorosso di una prestazione impeccabile (da sottolineare anche l’ottima prestazione del neo acquisto Boria, quest’oggi un treno sulla fascia destra). Al 27’ infatti è proprio Diego Boria ad avanzare sull’out destro e a servire una palla al bacio per Cibelli che in spaccata però non riesce a ribattere in rete. Al 36’ i padroni di casa tentano timidamente di reagire ma accusano il colpo e sono proprio gli ospiti a premere sulla ferita, calando il tris, questa volta con Antonio Costagliola che buca centralmente la difesa casalinga e fredda col suo mortifero mancino il portiere. E’ 0-3 Procida, si aggiunge anche Antonio Costagliola al tabellino dei marcatori al fianco del fratello, non poteva proprio mancare la firma del 10 procidano. Biancorossi quest’oggi indiavolati, non hanno pietà dell’avversario e nel recupero siglano anche lo 0-4, questa volta è Paolo Lubrano, subentrato dalla panchina, a trovare la prima gioia personale con una bella incursione che regala il “poker” ai suoi.
Finisce in goleada per il Procida che può tornare a casa con 3 punti ed una grossa iniezione di fiducia dopo una prestazione scoppiettante e convincente, decisa dalla forza e dall’orgoglio dei ragazzi di Iovine e Lubrano.
 
QUARTOGRAD: Compagnone (47’ Gaeta), Savarese (75’ Gonzales), Fruttaldo (47’ Minauda), Shassah, Spadera, De Vivo, Pisano, Sorriso, Monda (85’ Parisi Antonio), Capuano (15’ D’Ascia), Romano.
A disposizione: Mangiapia, Parisi Andrea.
Allenatore: Iaccarino Luigi.
ISOLA DI PROCIDA CALCIO: Lamarra, Lubrano Lavadera V., Russo, Micallo, Boria, Muro, Mammalella, Saurino, Costagliola A. (87’ Vanzanella), Costagliola L. (80’ Lubrano P.), Cibelli (85’ Esposito).
A disposizione: Telese, Noviello, D’Orio, Santoro.
Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Biagio.
 
Arbitro: Ludovico D’Antuono di Castellammare di Stabia.
Assistenti: Daniele Mosca di Frattamaggiore – Mario Troise di Castellammare di Stabia.
Ammoniti: Spadera (Quartograd).
Espulsi: Shassah (Quartograd).
Reti: 23’, 61’ L.Costagliola, 81’ A.Costagliola, 91’ Lubrano P. (Procida Calcio).
NOTE: Condizioni del terreno di gioco ottime. Sugli spalti bellissima aria di festa, manifesto di come dovrebbe essere vissuto un match di calcio. Nonostante l’arbitro abbia estratto sia un cartellino giallo sia un cartellino rosso, la partita è stata corretta e all’insegna della sportività. Un plauso alla tifoseria casalinga, festosa e rumorosa ma allo stesso tempo corretta e bella da vedere. L’arbitro concede 2 minuti di recupero nel primo tempo e 5 minuti di recupero nel secondo tempo.

Potrebbe interessarti

Procida-Neapolis 2-2. Procida sfortunato e beffato nel finale

PROCIDA – INIZIA IL MATCH: Partono come al solito forte i biancorossi che ci provano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *