Home > politica > Referendum Procida: Inutile scaricare responsabilità su minoranza e cittadini

Referendum Procida: Inutile scaricare responsabilità su minoranza e cittadini

PROCIDA – Sul questione referendum ed accoglienza migranti questa mattina è intervenuto il consigliere comunale del gruppo “Per Procida” Menico Scala che in una nota scrive: 

“La notizia è FALSA”. Così scriveva il 7 dicembre 2016 il Sindaco Ambrosino rispondendo, piuttosto sdegnato, ad un post su Facebook del sig. Michele Scotto D’antuono‎.

“Egregio Signor Sindaco,

in coda alla cassa del supermercato ho assistito ad un’accesa conversazione tra alcune mamme, molto preoccupate riguardo al fatto che a gennaio, mese prossimo, saranno smistati a Procida oltre 200 migranti. Spero sia solo voce di popolo che lascia il tempo che trova… in caso contrario chiedo: dove alloggeranno? Avranno un lavoro? La sicurezza privata, dove qualcuno ancora dorme con le chiavi alla porta, sarà ancora garantita? Sarà la fine delle nostre tradizioni religiose con relativi simboli cristiani (la Processione del Venerdì Santo, le recite natalizie a scuola, la Festa di S.Anna…)? Saranno “marcantoni” che “scappano da guerre” (tutti uomini) in attesa che donne e bambini li raggiungano a guerra finita? Se a Procida non c’è lavoro, si manterranno delinquendo? La loro religione proclama la violenza sui bambini e sulle donne… come potrà un marittimo partire tranquillo e lasciare moglie e figli a casa? E.. infine, ma non meno importante, vorrei sapere con quale criterio di ripartizione è stato deciso questo numero per Procida, dal momento che Alfano, in ogni trasmissione, a gran voce, promette non più di 2 migranti ogni 1000 abitanti… a Procida sarebbero 20 ogni mille abitanti, e, oltretutto, con una superficie così ridotta come Procida, devi per forza ritrovarteli ovunque… Signor Sindaco, il razzismo esiste solo contro gli italiani, perchè al posto loro non portano 200 terremotati, in attesa di riavere la loro casa? Spero Lei rassicuri me e i Suoi cittadini rispondendo a queste lecite domande. Grazie e buona giornata

Dino Ambrosino La notizia è FALSA. Sarebbe un bene se prima di parlare in coda al supermercato o su Facebook si verificassero le fonti. Per scrupolo ho chiamato la Prefettura. La funzionaria mi ha ribadito che prima di intraprendere qualsiasi iniziativa sull’isola avrebbero interpellato le autorità.

Mi piace · Rispondi · 50 · 7 dicembre 2016 alle ore 12:13”.

Detto ciò ci sembra oltremodo deplorevole prendersela con i cittadini accusandoli di sapere e di essere in ritardo. Purtroppo, così come per la democrazia, trasparenza, condivisone hanno avuto solo il torto di credere alle parole del Sindaco e dei suoi sodali.

Potrebbe interessarti

Mobilità e disabilità: Il compito di garantire il trasporto scolastico spetta al Comune

PROCIDA – Sulle problematiche che riguardano la mobilità dei diversamente abili sull’isola di Graziella, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *