Home > Trasporti > Riunione dei pendolari in Comune: pronto un pacchetto di proposte per migliorare il Trasporto Marittimo nel Golfo di Napoli.

Riunione dei pendolari in Comune: pronto un pacchetto di proposte per migliorare il Trasporto Marittimo nel Golfo di Napoli.

pprQuesta mattina alle ore 11,00, presso la sala “V. Parascandola” del Comune di Procida in via Libertà, i pendolari iscritti al Gruppo Pendolari Procidani Riuniti (PPR), creato su facebook, insieme agli aderenti di ASSOUTENTI sez.Mare, da anni impegnati nel migliorare il Trasporto Marittimo nel golfo di Napoli, preso atto delle numerose anomalie registrate nell’ultimo mese nell’ambito di tale servizio pubblico essenziale, si incontreranno sulla base di un documento programmatico che, in via prioritaria, affronta alcune tematiche che richiedono urgente soluzione, fermo restando la determinazione a stimolare e confrontarsi con le competenti Autorità su tutte le altre, tra le quali la questione tariffaria su cui la sensibilità dell’Utenza è massima e sulla quale ASSOUTENTI sez. Mare ha già sollecitato l’intervento della Regione.

Forte il disagio degli Utenti nel reperire informazioni attendibili sul Servizio, specie nelle situazioni di crisi che si determinano per il sovraffollamento nei periodi di punta (tipicamente festività e stagione estiva, etc) così come in occasione della soppressione di corse con Obbligo di Servizio Pubblico (OSP), con conseguente dirottamento dell’Utenza su soluzioni alternative, peraltro non sempre disponibili. Da questo punto di vista – senza aggravi di costi in quanto impegnano risorse già previste – per contribuire a mitigare il disagio dei viaggiatori, si potrebbe partire dall’istituzione del Terminale informativo degli Utenti. “La delibera di G.R. n. 443/2011 già prescrive tra gli Obblighi di Trasporto un “RESPONSABILE DI SCALO: figura responsabile dell’organizzazione, della regolarità e della sicurezza delle operazioni di imbarco/sbarco in ogni singolo Porto”.

Tale “Responsabile”, per ciascun vettore, dovrà disporre delle attrezzature minime  per diffondere le informazioni d’interesse dei viaggiatori, quali un impianto di diffusione sonora commisurato alle dimensioni dello scalo, oltre alle nuove tecnologie quali  il Web e i canali: twitter, Whatsapp, Fb, G+, etc., onde gestire le mailing list degli Utenti che lo richiedono (p.e. i pendolari) diffondendo le informazioni in base alle esigenze.

Laddove esiste il Gestore dello scalo, come l’Autorità Portuale di Napoli, è opportuno che tali RESPONSABILI di SCALO facciano da interfaccia con detto Gestore, onde evitare la penosa contrapposizione tra operatori dei vari servizi portuali ed i viaggiatori, oltre che coordinarsi con lo stesso per ottimizzare la diffusione delle informazioni.”

Altro momento che ha dimostrato una grossa criticità è la Gestione delle situazioni di crisi. “La delibera di G.R. n. 443/2011 già prescrive tra gli Obblighi di Esercizio di ciascun Vettore un “PIANO DI INTERVENTO EMERGENZIALE: obbligo di dotarsi di un piano di intervento per fronteggiare le emergenze determinate da cause tecniche ovvero da condizioni meteo avverse. Tale Piano deve essere sottoposto all’esame ed all’approvazione dell’A.G.C. Trasporti e Viabilità regionale.

Allo stato non è noto il dettaglio di tali Piani Emergenziali e se gli stessi siano stati approvati dall’AGC Trasporti e Viabilità regionale; ad ogni buon conto riteniamo che essi debbano essere comunque integrabili, in un processo di continuo affinamento e miglioramento teso a mitigare il disagio all’Utenza. Allo stesso tempo si CHIEDE adeguato addestramento del RESPONSABILE di SCALO sull’attuazione di detti Piani Emergenziali, onde interfacciare l’Utenza e fornire le indicazioni sulle alternative disponibili per mitigare i disagi della specifica criticità.”. Evidenziata l’urgenza di ottenere risposte concrete su tali esigenze dell’Utenza, peraltro già contemplate dagli obblighi di servizio in essere – precisano i pendolari – si sottolinea la determinazione per tale risultato, non escludendo il ricorso all’Autorità Giudiziaria e/o plateali proteste.

Potrebbe interessarti

Settimana calda per la politica procidana tra Consiglio Comunale e nomine

PROCIDA – Il presidente del Consiglio Comunale Antonio Intartaglia ha convocato per giorno 13 agosto …

4 commenti

  1. Per me questa e’ solo propaganda da parte di noti personaggi che cercano visibilità sperando di poter tornare in sella alle prossime comunali a Procida. Tanto non vi vota nessuno, quindi take it easy!

  2. caro quando “in sella” dovrai andare a Napoli … te ne accorgerai #buonmare!

  3. Caro Giacomo, certo che c’è tanta gente in buona fede che partecipa a questi incontri. Io ce l’ho con i capi bastone che speculano sui pendolari per visibilità politica. Li conosciamo tutti i vari professori ed ingegneri, ischitani e procidani, che hanno fatto le campagne elettorali senza mai risolvere un tubo. Aprite gli occhi e cacciate via quelli che fanno politica dal vostro gruppo. Solo così sarete certi che nessuno vi utilizza per fini personalistici.

  4. I Procidani tutti

    dovrebbero essere enormemente grati al PPR e ad Assoutenti perchè

    combattono per una causa giustissima,non solo per gli interessi immediati loro in quanto pendolari,ma per tutta la popolazione procidana.
    ONORE E MERITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *