Pirateria, manifestazione il 7 settembre. Indetta dal coordinamento di cittadini "Liberi Subito"

PROCIDA (NAPOLI) ANSA – Dopo l’adesione della Cgil, che aprirà il corteo dello sciopero generale del prossimo 6 settembre a Napoli con i familiari dei marittimi di Procida si susseguono le sigle che scendono ufficialmente in campo e appoggiano la manifestazione indetta per mercoledì 7 settembre dal coordinamento di cittadini ‘Liberi subito’. La Segreteria Regionale Campana Ugl Trasporti attività marittime e portuali, UIL Trasporti Campania, La Federmar Cisal, Filt, Fit, Cisl, La Federazione Nazionale Agenti, Raccomandatari Marittimi Mediatori Marittimi hanno aderito alla manifestazione che si terrà a Roma.

L’Ugl, il cui coordinatore nazionale delle professioni sanitarie è il procidano Salvatore Calvano, dichiara: “Saranno presenti in piazza il segretario generale Giovanni Centrella e il segretario regionale della Campania UGL Sanità Franco Patrociello, accompagnati da una delegazione di oltre 200 persone”. Cresce intanto la mobilitazione per la manifestazione: “migliaia di persone partiranno da Procida, Piano di Sorrento, Gaeta e Trieste per chiedere con forza l’intervento dello Stato per l’immediata liberazione dei marittimi prigionieri in Somalia, cui si uniranno in piazza Montecitorio delegazioni di tutti i Comuni costieri d’ Italia e l’ Apostolato del Mare”, conclude la nota del coordinamento “Liberi Subito”. “La manifestazione del 7 settembre sarà un segnale forte per il governo, affinché, insieme all’armatore, attivi tutte le procedure per il rilascio degli ostaggi in modo pacifico, senza dispendio di vite umane” commenta Nunzia Nappa, moglie del comandante Giuseppe Lubrano, che conclude “Troppo tempo è passato senza trovare una soluzione al problema”. D’ ora in poi le azioni dimostrative “saranno un continuo ‘crescendo’, non lesineremo energie e nulla sarà lasciato intentato”, dichiarano i membri del coordinamento procidano.

Potrebbe interessarti

blank

Geopolitica dei trasporti marittimi. Una chiave per comprendere il mondo

di Nicola Silenti da Destra.it La chiave di tutto è il mare. Per apprezzare appieno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *