Home > cronaca > Rossella Lauro: «Ringrazio le persone che hanno dimostrato la propria disponibilità con fatti concreti»

Rossella Lauro: «Ringrazio le persone che hanno dimostrato la propria disponibilità con fatti concreti»

PROCIDA – Per fare un resoconto degli intensi momenti vissuti a seguito dell’evento franoso verificatosi in località Chiaia verso le ore 13,00 del 25 agosto scorso, abbiamo avuto modo di parlare con Rossella Lauro, assessore ai lavori pubblici del Comune di Procida, che dice: «L’ultima squadra dei Vigili del Fuoco si è imbarcata poco fa per rientrare sulla terraferma. Sono trascorse 24h in cui tanti uomini hanno contribuito alla Gestione dell’emergenza Costoni nella Zona della Chiaia.

Tanti volti si sono alternati sul pezzetto di spiaggia interessata dalla frana. Ringrazio le persone che hanno dimostrato la propria disponibilità  con fatti concreti: i volontari  della Protezione Civile che hanno sempre presidiato il luogo seguiti a distanza dallo straordinario Antonio Meglio, i vigili del fuoco unità cinofila, sub e rocciatori che hanno permesso di scavare anche di notte in una situazione ancora pericolosa, il Comando dei Carabinieri con il Comandante Casaccio che ha seguito con umanità tutte le fasi, il Comandate Scaramuzzino con la Capitaneria di Porto la quale ha dato da subito un contributo per le operazioni via mare, la Polizia Municipale con i suoi agenti presenti nelle aree interdette, Gianni della Conchiglia con il suo staff che ha messo a disposizione il proprio cingolato per spostare i massi, Maurizio di Liello che ha offerto l’utilizzo dell’ascensore per trasportare le attrezzature.

Non dimenticherò gli occhi del Sindaco quando ha accolto i tre fratelli spaventati accompagnati dai genitori. Un abbraccio va ai tre ragazzi che meritano di ricordare Procida, l’isola che tanto sognavano, in un altro modo.

Ho apprezzato il Prof. Domenico Ambrosino che questa mattina, sotto un sole caldo alternato a pioggia, è arrivato sulla spiaggia per raccogliere le testimonianze.

Tutti provati da tante ore di lavoro. Poi è arrivata la buona notizia: la macchina, che è stata attivata per scavare sotto la frana, ha portato ad un esito negativo: sotto i massi sono stati ritrovati solo oggetti che appartenevano ai ragazzi».

Potrebbe interessarti

Procida: Omaggio a Gaetanina ed Antonio

PROCIDA – Il 18 novembre 1995 l’infermiera del Presidio Ospedaliero di Procida, Gaetanina Scotto di …

Un commento

  1. geppino pugliese

    Questi lacrimevoli ringraziamenti non servono a niente.

    La Lauro,piuttosto,si dovrebbe interrogare sul perchè in questi tre anni non ha trovato alla Regione nemmeno un centesimo di euro, per il completamento della messa in sicurezza del costone.

    Eppure TUTTI I PROCIDANI sanno che questa frana non è una novità, è l’ennesima di una LUNGHISSIMA serie.

    Per quanto mi riguarda,penso che,a parte la zona che fa angolo con via Raja,dove è stato fatto un a massicciata di calcestruzzo,dalla sabbia fin sopra via raia,tutto il resto è tutto a rischio crollo.

    I lavori che furono effettuati per consolidare via Pizzaco,nel tratto del belvedere,sono stati lavori di sostegno e consolidamento solo parziali,in quanto hanno insistito solo sulla parte terminale del costone.Non fu fatto una massicciata dalla base alla sommità come nella rotonda di via Raia.

    L’Assessore,a posto di fare finte lacrimuccie, si attivasse a ottenere finanziamenti.

    Le lacrimuccie e i selfie non servono

    Notate bene ,ai Sigg.lettori,che tutte quelle reti con i chiodi infissi nel tufo NON SERVONO A UN TUBO.

    Mi sembra un anno fa,all’altezza del terrazzo dell’ ARCATE ci fu una frana SPAVENTOSA che si portò via

    tutto,pietre,rete,e metà terrazzo compreso.

    Quindi,di che sta parlando la Lauro? Lei vuol far la commovente,suscitare lacrimuccie….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *