Sabato 3 Dicembre presentazione del libro di Michele Romano

di Miriam Romano
“Ognuno deve lasciarsi qualche cosa dietro quando muore, diceva sempre mio nonno: un bimbo o un libro o un quadro o una casa o un muro eretto con le proprie mani o un paio di scarpe cucite da noi. O un giardino piantato col nostro sudore. Qualche cosa insomma che la nostra mano abbia toccato in modo che la nostra anima abbia dove andare quando moriamo, e quando la gente guarderà l’albero o il fiore che abbiamo piantato, noi saremo là. Non ha importanza quello che si fa, diceva mio nonno, purché si cambi qualche cosa da ciò che era prima in qualcos’altro che porti poi la nostra impronta. La differenza tra l’uomo che si limita a tosare un prato e un vero giardiniere sta nel tocco, diceva. Quello che sega il fieno poteva anche non esserci stato, su quel prato; ma il vero giardiniere vi resterà per tutta una vita.“ — Fahrenheit 451
E questa è la tua impronta ❤
Vi aspettiamo Sabato 3 dicembre ore 18 in Sala Consiliare per la presentazione del libro del nostro papà

Potrebbe interessarti

Rino Scotto di Gregorio

“Eloy – storia di un cane da guerra”: Giovedì 11 agosto presentazione del nuovo romanzo di Rino Scotto di Gregorio

PROCIDA – Giovedì 11 agosto, alle ore 19.45, presso la sede dell’associazione Vivara in via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *