Home > politica > Scala: “A fine giugno molte opere saranno consegnate ed altri lavori sospesi per la pausa estiva”

Scala: “A fine giugno molte opere saranno consegnate ed altri lavori sospesi per la pausa estiva”

menico scala2Uscita dal letargo invernale, l’isola di Graziella si appresta a vivere il periodo dell’anno più caldo, non solo dal punto di vista meteorologico, confidando in una ripresa del turismo da cui dipende buona parte dell’ampio tessuto commerciale cresciuto nell’ultimo ventennio. Da questo punto di vista e della vivibilità del territorio, aspetto importante risulta essere lo stato dei lavori pubblici che interessano punti nevralgici del sistema viario, e non solo, ed è per saperne di più che abbiamo incontrato l’assessore ai lavori pubblici, il dott. Menico Scala, con il quale si è fatto il quadro generale degli interventi in itinere e di quelli già programmati sino a fine 2014.

Piazza della Repubblica: i lavori hanno subito un rallentamento per motivi organizzativi in modo particolare per non ingessare un punto nevralgico per l’intera mobilità isolana. Dopo di che, nonostante per la rimozione dei pini ci fossero tutte le autorizzazioni necessarie che prevedevano anche la piantumazione di nuove essenze arboree adeguate al contesto, c’è stato, in corso d’opera, un ulteriore esposto da parte di un’associazione ambientalista che ha determinato ulteriori verifiche da parte del Corpo Forestale dello Stato prima del via libero definitivo. Al momento l’area di cantiere è stata spostata lato ex posta (dove sono maggiormente concentrate le attività commerciali) per completare le opere di sistemazione stradale ed ampliamento del marciapiede esistente come previsto dal progetto redatto dall’Arch. Vincenzo Muro. Proprio questa nuova zona pedonale sarà arredata con una tendostruttura, panchine e una fontanina. Secondo il cronoprogramma stabilito dal direttore dei lavori, arch. Giulia Muro, la piazza tornerà ad essere agibile per fine giugno mentre per l’intera sistemazione dell’area si dovrà attendere qualche giorno in più.

Metanizzazione: Attualmente i lavori di posa in opera della tubazione interessano via Libertà, sino all’incrocio con via Roma per ricongiungersi alla condotta già realizzata, mentre è in via di completamento la condotta lungo via Faro e successivamente sarà interessata via S. Janno. Entro il 30 giugno, comunque, i lavori verranno sospesi per riprendere dopo la pausa estiva.

Totem della Pace: l’opera del maestro torinese Mario Molinari, alta circa 12mt, verrà sistemata nella zona antistante la chiesa di santa Margherita Nuova. Il Totem della Pace, che ha una forte connotazione sia dal punto di vista artistico che simbolico (intende rappresentare il principio della eguaglianza di sovranità e delle pari dignità dei popoli – nonché il rispetto del pluralismo, delle diversità culturali, dei diritti fondamentali della persona e della democrazia – con un “silenzioso rumore d’amore”) sarà consegnato entro il 30 giugno prossimo.

Scuola Media via Flavio Gioia: qui proseguono i lavori di sistemazione dei prospetti dell’intero plesso con rimozione dell’intonaco ammalorato e pitturazione della facciata. L’ultimazione è prevista prima dell’apertura dell’anno scolastico 2014-2015.

Depuratore via Roma (località “Lingua”): allo stato sono in corso da parte dell’impresa Fondazioni Speciali coop” opere di impermeabilizzazione della palificata che dovrebbero essere ultimate per ottobre. Per il completamento complessiva dell’opera i tempi non sono brevissimi.

Dupim 2009: ad oggi abbiamo predisposto due lotti: uno che riguarda il rifacimento del manto stradale lungo la via Libertà e, a Chiaiolella, nel tratto “Ristorante Galeone – Chiosco”, con sistemazione dei relativi marciapiedi, l’altro riguarda il miglioramento dell’arredo urbano di molte zone dell’isola, tra queste il belvedere di Terra Murata, con la sistemazione di cestini per i rifiuti e panchine. Il tutto dovrebbe essere ultimato entro dicembre 2014.

Potrebbe interessarti

Il governo Conte si è accorto che in Italia esiste un comparto marittimo?

di Nicola Silenti da Destra.it PROCIDA – L’armatore Vincenzo Onorato ha lanciato una petizione in difesa …

5 commenti

  1. paolo adenzato

    Quanto al miglioramento del cosiddetto “arredo urbano” dell’isola, voglio sperare che non vengano piu’ adoperate le bruttissime panchine gia’ utilizzate a Piazza dei Martiri ed alla Corricella, assolutamente inadeguate all’estetica dei luoghi e adatte soltanto per ambiti di periferia urbana. Se proprio si vogliono usare, andrebbero messe le classiche panchine di ferro battuto. E sul belvedere dei cannoni andrebbero sistemate quelle vecchie ormai distrutte. Stesso discorso per i lampioni della illuminazione pubblica, per i quali a Piazza dei Martiri a suo tempo sono stati utilizzati due oggetti discutibili e su via Faro e altrove i vecchi pali di legno (che potevano essere rimpiazzati da pali nuovi) sono stati sostituiti con aste di metallo da rampa autostradale. Anche le lampade per l’illuminazione, recentemente modificate con luce gialla (che in altre citta’ storiche stanno invece gia’ eliminando) , potevano essere ripensate meglio adoperando le nuove lampade (non a led !) che, anziché giallastra, producono luce simile a quella delle vecchie lampadine a filamento. Procida non e’ un posto qualunque, anche per questi interventi merita molta, ma molta attenzione in piu’ !!!!

  2. Wow. Incredibile eh. Certo che al comune dovrebbero proprio fare il torneo delle c*****e! Menico se non primo sicuramente secondo ci arriverebbe!

    Sono anni che si lavora al famoso depuratore della lingua e non si sa di nessun termine… mio figlio ha il tempo di nascere, crescere e laurearsi prima che i lavori termineranno e forse si saprà una data di quando i lavori potranno terminare.
    Per la metanizzazione avete visto che schifo? Uno non vuole sempre parlare male dell’amministrazione comunale ma Via libertà non è più la stessa. Dopo aver chiuso laddove hanno rotto è stato buttato un po’ di terreno sopra e via così… basta poco per scivolare sulle polveri ancora presenti.

    Non voglio parlare delle altre cose perchè ne so poco e perchè non voglio diventare assillante ma voglio dire una cosa a gran parte dell’amministrazione locale: Vincè vattene a casa perchè o ci vai con i piedi tuoi o te ce mannamo noi… a carci in culo!!!

  3. due commenti quasi contrapposti il primo anche propositivo il secondo a rompere……. credo che la verità stia nel mezzo…….a volte sembra che i controlli sui lavori pubblici siano deficitari, vedasi il nuovo manto stradale a piazza posta già un po’ sconnesso….da incompetente credo che con le prima piogge e con il traffico dei mezzsi pesantissimi fra un anno saremo punto e a capo……ormai via libertà si può considerare coma la fabbrica di S. Pietro….è un continuo rappezzo anno dopo anno….Mimì credo che una presenza più fattiva dei responsabili non sia da non prendere in considerazione……e poi scusami ma questo totem cosiddetto della pace lo si doveva per forza commissionare con una spesa non indifferente per le tasche dei cittadini procidani? non si potevano investire nel migliorare l’arredo urbano? eppure ce ne sono cose da rimettere a posto!e poi a S Margherita Nuova….suvvia vuoi vedere che non c’erano altri posti? no a casa non ti mando, perchè le capacità per migliorare Procida ce l’hai, però devi darti una mossa

  4. geppino pugliese

    Non voglio infierire

    sull’Ass.re,per carità,fa parte di un ingranaggio … collaudato da anni e si allinea,

    ma,per carità di Dio,non dite sciocchezze simili,non siamo nel dopoguerra…

    potrei citare mille cose che non vanno,da una piazza posta targata L.Muro( una schifezza orrenda),ad

    un’altra targata Capezzuto( una schifezza orrenda moltiplicata x mille),uno sciupio enorme di denaro pubblico quando la piazza era stata già fatta pochi anni or sono,bastava togliere i pini e bastava ..

    non parliamo del tratto S.Giacomo -P.Posta ,io farei una DENUNCIA al Dir.dell’ufficio Tecnico,all’Ass.re, al Sindaco che hanno permesso una simile mostruosità: “Il tratto stradale si deve praticamente RIFARE TUTTO

    basolo sconnessi…avvallamenti ma è mai possibile che tutti stavano a dormire…. o pensavano ai pasti..futuri

    E’ UNA VERA VERGOGNA!

    Abbiamo Via Roma che è ,praticamente,IMPRATICABILE SIA X I PEDONI CHE PER I VEICOLI
    Potrei citarne molti di lavori fatti male o non fatti…ma,mi fermo qui…

    Ass.re,sarebbe meglio che stessi un po zitto x favore…

  5. Caro Mario io non so chi tu sia ma vedo che prendi le difese di mimì e quindi contraddirti sarebbe solo fiato sprecato, in questo caso sarebbe solo tempo perso a scrivere.

    Sign. Geppino pugliese concordo con lei e ci sarebbero altri mille punti da rivedere (come tipo la discesa a Marina Chiaiolella che ormai è impraticabile anche a livello di bici NON ELETTRICA) ma sorvoliamo.
    Capisco che sono tutti un ingranaggio e per tanto io li manderei tutti a casa … c’è bisogno di gente nuova o comunque qualcuno che ha i cosiddetti per contrastare e comandare il suo ruolo.

    Comunque lasciamo perdere tutto questo tanto è solo un altro imbroglio per amici e paganti e noi poveri procidani paghiamo. Tanto loro pensano solo a prendere per culo i giovani (scusate la franchezza) creando assurdi team, finte associazioni e Dio solo sa cos’altro per buttare soldi.

    A procida ci vorrebbe un bel controllo di tutti quelli sul comune. C’è ne sarebbero di cose da vedere e da segnalare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *