Napoli. Sciopero CGIL, 6 settembre con le famiglie dei procidani sequestrati

MANOVRA: SCIOPERO CGIL, CONTRO LA MANOVRA

”Manifestazioni e comizi in 100 piazze per dire che un’altra manovra e’ possibile”, che ”non vogliamo rassegnarci: la Cgil ”ha scelto il territorio” per caratterizzare lo sciopero generale del prossimo 6 settembre. Il segretario generale Susanna Camusso chiudera’ la manifestazione di Roma. A Napoli, il corteo della CGIL sarà aperto dai familiari dei marittimi di Procida da più di sei mesi in mano ai pirati in Somalia.In questa fase di preparazione la CGIL ha già potuto constatare “una partecipazione molto intensa, con discussioni molto partecipate”, ha indicato il Segretario Confederale Enrico Panini, che oggi ha anticipato alcune modalità del prossimo Sciopero Generale. Ci saranno anche iniziative con l’associazione partigiani. A Napoli, il 6 settembre, il corteo della CGIL sarà aperto dai familiari dei marittimi di Procida da sei mesi in mano ai pirati in Somalia. Mentre in Puglia dagli immigrati, ed in particolare dai braccianti. A Genova ed in altre città numerose le commemorazioni delle vittime della guerra di liberazione.

Sara’ il quinto sciopero generale dall’insediamento del Governo Berlusconi, il secondo da quando alla guida della Cgil c’e’ Susanna Camusso. Sara’anche il primo da lungo tempo a meta’ settimana, di martedi’, rompendo una lunga consuetudine di scioperi di venerdi’. Verra’ anticipato da iniziative come una giornata di sensibilizzazione a Cagliari con 800 delegati in strada, la notte del Lavoro a Teramo, volantinaggi anche sulle spiagge in tutt’Italia, ed una conferenza stampa il 3 settembre alla Mostra del Cinema a Venezia con Ottavia Piccolo per un focus sulla cultura”. Mobilitazione anche su Facebook, con due milioni di visualizzazioni della campagna della Cgil, ed un milione e mezzo per la pagina contro l’abolizione delle feste civili.

In questa fase di preparazione la Cgil ha gia’ potuto constatare ”una partecipazione molto intensa, con discussioni molto partecipate”, ha indicato il segretario confederale Enrico Panini, che oggi ha anticipato alcune modalita’ del prossimo sciopero generale. Ci saranno anche iniziative con l’associazione partigiani. A Napoli, il 6 settembre, il corteo della Cgil sara’ aperto ”dai familiari dei marittimi di Procida da sei mesi in mano ai pirati in Somalia”. Mentre ”in Puglia dagli immigrati, ed in particolare dai braccianti. A Genova ed in altre citta’ anche commemorazioni delle vittime della guerra di liberazione. (ANSA).

Potrebbe interessarti

cs Procida FEAMP foto

Procida, un documentario per la due giorni europea del mare

A Procida cinema per il mare con «Il futuro NELLA tradizione» Il cinema per raccontare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *