Home > Comunicati Stampa > Sequestrati 230 tonnellate di prodotti ittici a Napoli

Sequestrati 230 tonnellate di prodotti ittici a Napoli

sequestro itticoNel solco dell’istituzionale attività di controllo e vigilanza della filiera ittico/alimentare, la Capitaneria di Porto di Napoli ed i Comandi Regionale e Provinciale di Caserta del Corpo Forestale dello Stato, unitamente al Servizio Veterinario e Territoriale Regionale dell’A.S.L ha posto in essere una delicata e vasta operazione complessa di verifica e controllo della filiera di commercializzazione all’ingrosso ed al dettaglio di prodotti ittico/alimentari nelle province di Caserta e nel comune di Napoli.
L’azione, scattata il 17 dicembre si e’ conclusa nella tarda serata del 18 dicembre ed ha portato al sequestro di oltre 230 tonnellate di prodotti ittici ed alimentari a vario titolo illecitamente detenuti e immessi in commercio.
Varie le fattispecie illecite, penali ed amministrative rilevate, che vanno dalla frode nell’esercizio del commercio all’introduzione in commercio di prodotti ittici sotto-misura provenienti da zone di cattura estera non consentite, alla detenzione di prodotti sia di origine alimentare che vegetale allo stato di congelazione e non da lungo tempo scaduti (vari anni), detenuti in locali fatiscenti e non autorizzati e privi di rintracciabilità.

DSC_0814Gran parte dei prodotti sequestrati, è risultata in pessimo stato di conservazione e assolutamente non idoneo al consumo umano come dichiarato dalle competenti ASL intervenute sui luoghi delle operazioni.
Preceduta da una mirata attivita’ di intelligence investigativa, l’operazione, imperniata su alcune delle maggiori piattaforme distributive di prodotti ittico/alimentari freschi e congelati ha visto impegnati sul territorio oltre 80 uomini della Capitaneria di Porto di Napoli cinquanta unità del Corpo Forestale dello Stato, nonché i medici del servizio veterinario regionale e quattro tecnici della prevenzione.
Le attivita’ di controllo sono state estese anche alla verifica della corretta osservanza da parte degli stabilimenti ispezionati, delle vigenti norme in materia igienico/sanitaria e di agibilita’ degli insediamenti ed infatti, in tale ottica, l’attivita’ in questione ha consentito di porre sotto sequestro un intero edificio adibito a deposito di prodotti alimentari ittici e vegetali oltre che prodotti cosmetici in quanto lo stesso e’ risultato inagibile ed inidoneo a tale attività di stoccaggio che peraltro avveniva depositando in maniera promiscua gli alimenti con gli altri prodotti.
Nell’ambito della stessa attivita’ complessa di polizia giudiziaria particolare importanza hanno assunto i controlli espletati nel comune di Napoli in diverse aree rionali- anch’essi volti al contrasto del commercio abusivo di prodotti ittici al dettaglio e di porre sotto sequestro un intero deposito abusivo in localita’ Pignasecca.

L’azione, ha portato al sequestro di oltre 4 tonnellate di prodotti ittici freschi (prevalentemente molluschi bivalvi) e congelati di non dichiarata provenienza ed illecitamente immessi in commercio, alcuni dei quali aventi un tempo minimo di conservazione ampiamente superato.
inoltre nell’ambito di tale operazione sono stati sottoposti a sequestro n°5 tonnellate di mitili rinvenuti dalla componente subacquea della guardia costiera di Napoli in quanto illecitamente allevati in un campo abusivo nello specchio acqueo antistante il litorale partenopeo.
DSC_0824il corpo forestale dello stato, il servizio cites territoriale, ha al contempo brillantemente supportato l’azione della guardia costiera espletando controlli in materia ambientale e sulle specie ittiche protette che normalmente vengono poste in vendita nel periodo natalizio. al riguardo sono stati deferiti all’autorita’ giudiziaria n°2 soggetti che commercializzavano i tradizionali “capitani” (anguilla anguilla) violando la vigente normativa (convenzione di Washington) e pertanto il prodotto e’ stato sequestrato e conferito alla stazione zoologica per un’indonea custodia e mantenimento in vita delle stesse.
nel complesso detta attivita’ di monitoraggio della filiera agroalimentare, in particolar modo incentrata su quei prodotti ittici ed alimentari piu’ frequentemente consumati durante le festivita’ natalizie e di fine anno, ha consentito di portare alla luce il seguente quadro di illeicita’:

– n. 30 esercizi commerciali e depositi controllati;
– 1 deposito di prodotti alimentari e non, posto sotto sequestro nella provincia di Caserta;
– 1 deposito di prodotti ittici freschi posto sotto sequestro nel comune di Napoli;
– 21 illeciti amministrativi rilevati (mancanza di elementi di tracciabilita’ del prodotto; errata o mancanza di etichettatura, ecc.) per un totale complessivo di sanzioni irrogate di euro 30.000;
– 13 sequestri amministrativi eseguiti;
– 9 notizie di reato accertate ed altrettante persone deferite all’autorita’ giudiziaria;
– 9 sequestri penali per prodotti ittici e non, in cattivo stato di conservazione, immessi sul mercato sotto taglia minima, per attentato alla salute pubblica e frode in commercio;
– 230 tonnellate di prodotti alimentari, prevalentemente ittici sia freschi che congelati sequestrati nonche’ altri alimenti che nella maggior parte dei casi sono risultati privi di tracciabilita’ di filiera ed etichettatura ed in quanto tali avviati a smaltimento in stabilimento autorizzato.
DSC_0822L’operazione in ragione della vastita’ del suo raggio d’azione e degli eccezionali risultati conseguiti attraverso una virtuosa sinergia operativa ed interistituzionale tra Guardia Costiera, Corpo Forestale dello Stato e A.S.L. ha cosi’ consentito di sottrarre alla disponibilita’ degli ignari consumatori prodotti sofisticati e contraffatti ed in quanto tali pericolosi per la salute pubblica, confermando l’attenzione ed il rigore adottati nel settore ittico/commerciale e, piu’ in generale in quello agroalimentare, da parte delle istituzioni preposte per legge alla relativa tutela.

Potrebbe interessarti

Spigole e orate dalla Grecia alle nostre tavole senza controlli: sequestrate 4 tonnellate

I militari della Capitaneria di Porto di Napoli, del nucleo investigativo dei Carabinieri di Napoli …

Un commento

  1. un plauso alle forze dell’ordine ! Nessuna pieta’ per gli autori materiali di questi reati, delinquenti pericolosi per la societa’ !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *