Home > Terna avvia l’iter autorizzativo per la prima tratta del cavo sottomarino tra Capri, Ischia e Procida.

Terna avvia l’iter autorizzativo per la prima tratta del cavo sottomarino tra Capri, Ischia e Procida.

Roma, 18/05/2010 (informazione.it – comunicati stampa) Entro la metà del 2013 l’isola di Capri riceverà energia elettrica dalla terraferma. Un’ottima notizia, non solo per le imprese e i cittadini isolani ma anche per i milioni di turisti che non avranno più problemi di interruzioni elettriche o aria e acqua inquinate. Attualmente, infatti, la maggior parte dei sistemi di produzione elettrica funziona con olio combustibile altamente inquinante e una qualità di servizio di scarsissimo livello.
Secondo le stime di Terna, e soprattutto se l’iter autorizzativo appena avviato non incontrerà ostacoli, i lavori della linea elettrica, che parte da Torre Annunziata, dovrebbero iniziare nel 2011 con entrata in esercizio nel 2013. L’investimento dell’opera è di circa 45,5 milioni di euro. Il totale previsto per l’anello completo è di circa 140 milioni di euro.

Si tratta del primo troncone del cavo elettrico sottomarino che, una volta completato, collegherà anche le isole di Ischia e Procida formando una vera e propria rete elettrica subacquea nel golfo partenopeo.

Il progetto, condiviso con la Regione, la Provincia di Napoli e i comuni di Ischia e Torre Annunziata, prevede la realizzazione di un elettrodotto sottomarino a 150 kV in corrente alternata della lunghezza di 30 km (di cui 29 sottomarini e 1 terrestre). A Capri, per accogliere il cavo sarà realizzata anche un’apposita stazione elettrica.
L’elettrodotto sottomarino raggiungerà una profondità massima di 120 metri e l’unico chilometro di cavo terrestre non graverà su zone urbane e avrà basso impatto ambientale.

L’anello elettrico delle isole campane progettato secondo le più avanzate tecnologie garantirà sicurezza, continuità e qualità del servizio elettrico a tre isole fra le più belle e famose del mondo
Inoltre, grazie ad una maggiore efficienza del sistema di approvvigionamento cittadini e imprese, il sistema energetico risparmierà circa 15 milioni di euro l’anno.

Con una riduzione delle emissioni di CO2 di 127.000 tonnellate l’anno, la nuova linea elettrica porterà forti benefici anche all’ambiente. Il nuovo collegamento elettrico “Torre Annunziata-Capri”, e tutto l’”anello elettrico” tra le isole campane, rientra tra i progetti di “ponti” elettrici sottomarini che Terna ha previsto per potenziare la rete delle isole e l’interconnessione elettrica con l’estero.

Tra i più significativi : il collegamento SA.PE.I. tra Sardegna e penisola italiana, che sarà completato entro la fine dell’anno, il nuovo elettrodotto “Sorgente-Rizziconi” tra Sicilia e Calabria in corso di realizzazione per il tratto marino, il collegamento “Villanova-Tivat” tra Italia e Montenegro e quello tra Italia e Tunisia in fase di autorizzazione.

http://www.terna.it/default/Home/Terna_WebMagazine_1/Terna_WM_lavori_77.aspx Sito Web

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *