Home > Trasporti > Trasporti marittimi: Incontro al Comune pendolari con il delegato Sabia.

Trasporti marittimi: Incontro al Comune pendolari con il delegato Sabia.

pasquale sabiaDomenica 23 febbraio, presso la sala “V. Parascandola” del Comune di Procida, alla presenza del vice presidente del Consiglio Comunale e delegato ai trasporti, Pasquale Sabia, dell’ing. Giuseppe Rosato, rappresentante di ASSOUTENTI sez. mare, e di uno gruppo (in verità piuttosto sparuto) di pendolari di Pozzuoli, Ischia e Napoli, tra i quali Angelo D’Orio, uno dei principali animatori della pagina fb “Pendolari Procidani Riuniti”, si è tenuto un incontro per discutere di eventuali modifiche da apportare al Piano Orario dei Servizi Minimi, in via di elaborazione da parte degli ufficio della Regione Campania, che prevede, tra l’altro, un nuovo bando per tutte le corse ad eccezione di quelle attualmente effettuate dalla CAREMAR, anche se, considerando la realtà quotidiana che giornalmente raccontiamo, il momento non appare dei più favorevoli.

Nello specifico una serie di approfondimenti, che di seguito riportiamo, sono stati formulati da ASSOUTENTI attraverso l’ing. Giuseppe Rosato:

1.  La sosta nel porto di Procida di una M/N costituiva uno dei fondamenti del Servizio CAREMAR, tuttora auspicabile. Tuttavia la sosta nel porto crea problemi in caso di mancata partenza e concomitanti condimeteo avverse: SI CHIEDE di ammettere la sosta solo per M/N con elevata classe onde ridurre al minimo tali disservizi.

2.  La tipologia del naviglio utilizzato deve garantire una durata del viaggio coerente con la tipologia del servizio dichiarato (Mn/UV). In tale ottica le differenze dovute alla specifica unità (più o meno veloce) andranno essere recuperate nelle soste. Posto che il servizio reso deve essere ritenuto equivalente, non è condivisibile che la stessa tratta, servita da unità che hanno prestazioni diverse sia effettuata in tempi diversi a fronte della stessa tariffa. Ad esempio sulla tratta Procida Pozzuoli troviamo il “Servizio 9” con tempi di percorrenza di 40 min ed il “Servizio Caremar con tempi di 30 min. (In realtà la Caremar impiega 40 min e la Gestur, attuale Vettore del Servizio ) impiega 50 min!). Analogamente, sul settore Ischia non è condivisibile che la tratta Ischia-Procida sia effettuata con tempi differenti sia da Caremar che da Medmar con tempi che vanno dai 25 min ai 40 min.

3.  Per quanto riguarda la sosta nel porto (Transito: 5min per UV e 10min per M/N; Capolinea: 20 min), per quanto detto essa deve poter anche compensare eventuali diversi tempi di percorrenza dovuti a vari motivi. Ad ogni modo non appare sempre rispettata nella proposta presentata.

A prescindere di quello che accadrà nel futuro, più o meno prossimo, per tutti i presenti resta comunque alta la preoccupazione per l’attuale servizio offerto agli utenti procidani dalle compagnie di navigazione, in modo particolare per quanto riguarda la CAREMAR, che assorbe circa il 65% delle corse da e per l’isola di Graziella, con problematiche tutte tristemente aperte ad iniziare dal completamento dell’iter di gara per la cessione di parte del capitale sociale, con ricorsi ancora pendenti presso il TAR, alla manutenzione e messa in sicurezza di traghetti e mezzi veloci, al pagamento delle spettanze ai marittimi.

Potrebbe interessarti

“Stelle su Procida”: Del Prete, Gragnaniello e Sannino in concerto in piazza Marina Grande

PROCIDA – Questa sera, nella suggestiva e spettacolare cornice di piazza Marina Grande, serata finale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *