Home > Ufficializzata la nascita del Coordinamento Cittadinanza Attiva Procida, ai sensi dell’art. 8 dello statuto comunale

Ufficializzata la nascita del Coordinamento Cittadinanza Attiva Procida, ai sensi dell’art. 8 dello statuto comunale

Nei giorni scorsi, con una nota dell’8 luglio 2008, inviata al Presidente del Consiglio Comunale, al Segretario Generale del Comune di Procida e per conoscenza al Difensore Civico e al Presidente della Commissione Consiliare “Trasparenza Amministrativa”, Tommaso Forestieri, ha comunicato, ai sensi dell’art. 8 del vigente Statuto del Comune di Procida, la nascita e formalizzazione del Coordinamento Cittadinanza Attiva.

“Si comunica alle SS.LL.ILL.me, ai sensi e per gli effetti dell’art.8 del vigente Statuto del Comune di Procida, che le sotto elencate associazioni di recente, hanno stabilito di coordinarsi in un unico organismo denominato: “Coordinamento “CITTADINANZA ATTIVA DI PROCIDA” con sede provvisoria in Via Regina Elena, 23.

Associazione di volontariato M.A.I.A.; Associazione Operatori Turistici di Procida; Federconsumatori – Coordinamento di Procida; Osservatorio Civico di Procida.

Il Coordinamento è nato dalla comune esigenza di affrontare in modo propositivo l’attuale stati di emergenza rifiuti in Campania e soprattutto a Procida. L’organismo è indipendente e non è legato ai partiti politici e a confessioni religiose; non ha scopo di lucro e trae mezzi materiali per le sue attività unicamente dal contributo volontario degli aderenti e quanti ne condividono l’azione.

Si propone, altresì, il compito di sollecitare vivamente la piena attuazione, nel Comune di Procida, degli istituti di partecipazione alla vita amministrativa dell’isola previsti dalla legge e dal vigente statuto del Comune e di contribuire a formulare osservazioni, proposte e pareri ai problemi dell’ambiente, alla vivibilità del territorio e alla scelta di destinazione delle risorse.”

L’iniziativa appare positiva in quanto, prima di tutto, si richiama ad uno strumento, quale lo Statuto Comunale, di cui non tutti hanno ancora chiara la valenza e l’importanza, poi perché tende ad instaurare con gli organi istituzionali, e non solo, un rapporto di effettivo dialogo e collaborazione.

Di seguito riportiamo l’art. 8 dello Stato Comunale.

Art. 8 Accesso alle strutture – Intervento nei procedimenti

Promozione e valorizzazione degli organismi

associativi

1. Al fine di assicurare il più compiuto soddisfacimento di interessi della comunità, il Comune valorizza libere forme associative, assegnando particolare rilievo ai gruppi organizzati in cooperative e promuove organismi di partecipazione dei cittadini all’Amministrazione locale.

2. Il Comune promuove la formazione degli organismi, di cui al presente articolo, invitando espressamente gruppi di cittadini interessati o accogliendone le istanze, fornendo i mezzi, anche di natura finanziaria, per la concretizzazione dell’iniziativa, dando a questa la pubblicità necessaria.

3. Per le spese di cui al comma precedente il Comune istituisce un apposito capitolo di bilancio.

4. Il Segretario Comunale cura la tenuta dell’elenco di tutte le libere forme associative e di tutti gli organismi di rappresentanza delle istanze popolari, con cui il Comune istituisce rapporti per acquisirne pareri, iniziative e proposte.

5. Per garantire l’effettiva partecipazione dei cittadini all’attività dell’Amministrazione, il Comune assicura ad Enti, pubblici o privati, alle organizzazioni di volontariato, alle associazioni, alle cooperative, ai sindacati, nelle forme e con le modalità dettate dal Regolamento l’accesso alle strutture, centrali e periferiche, ed ai servizi, anche se affidati in gestione a terzi.

6. Il Regolamento disciplina la partecipazione dei cittadini, sia singoli sia associati, al procedimento amministrativo diretto alla produzione di atti e provvedimenti che incidano su situazioni giuridiche soggettive ad essi spettati individuando altresì i campi in cui essa può esercitarsi, gli strumenti di controllo e le responsabilità.

7. Al titolare delle situazioni soggettive contemplate deve essere comunicato l’avviso del procedimento stesso, pena l’inefficacia dell’atto.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *