Home > Un ischitano stravince il talent show veronese: “Talenti e cavalli”.

Un ischitano stravince il talent show veronese: “Talenti e cavalli”.

Sbaragliata la concorrenza di campioni cavallerizzi internazionali di tutte le età provenienti da tutto il mondo. [youtube SWzAPejDF5M]SASA’ 12 ANNI, TALENTO ISCHITANO SENZA PARI, A VERONA STRAVINCE IL “TALENTI E CAVALLI” di Gennaro Savio – “Il talento di Sasà, 12 anni, di Ischia, incanta la giuria”. Con questo titolo ad effetto “L’Arena.it” ha salutato la vittoria dell’ischitano Salvatore Improta, per tutti Sasà che a Verona, nel corso della manifestazione «Talenti e cavalli», il talent show ideato da Verona fiere, con uno spettacolare numero di volteggio in sella al suo pony, ha vinto una gara impegnativa e nel corso della quale è riuscito a sbaragliare la concorrenza di campioni cavallerizzi di tutte le età provenienti da tutto il mondo. A Verona, oltre al piccolo Sasà, si è esibito un altro giovanissimo talento ischitano, Michel Messina di quattordici anni che si è piazzato al quinto posto. Sasà e Michel sono impegnati in due discipline diverse. Il primo nel volteggio acrobatico mentre il secondo opera senza l’ausilio di redini e briglie. I piccoli talenti ischitani crescono sulle colline dell’isola Verde presso “l’Aragona Arabians” che oltre a rappresentare un rinomato centro sportivo, è una vera e propria fattoria dove sono tantissimi gli animali presenti. Abbiamo assistito all’allenamento del fuoriclasse in erba che con i suoi numeri ha lasciato di stucco la giuria del talent show di Verona. Sasà è un bambino solare che ha impressa negli occhi la determinazione del campione e con i suoi numeri non si risparmia neppure in allenamento dove quando è in sella al suo pony lo spettacolo è sempre assicurato. Due talenti Michel e Sasà che sono l’orgoglio del loro allenatore Bartolo Messina. “Bisogna dire, ha sottolineato Messina, che i nostri ragazzi hanno gareggiato in un open, cioè una gara per professionisti e per concorrenti di tutte le età. Alla fine se uno pensa che Sasà ha vinto a dodici anni battendo in finale la campionessa di Spagna di monta all’amazzone è una cosa di grande prestigio e questo lo dico senza presunzione e con tutta l’umiltà. A noi fa piacere, ha concluso Bartolo Messina, che i ragazzi crescano in una situazione genuina e, soprattutto, in quello che è uno sport che ti tiene a contatto con una creatura straordinaria qual è il cavallo”. Considerato che la classe c’è e l’umiltà pure, non ci resta che attendere le nuove vittorie di questi straordinari campioni in erba di cui l’intera isola d’Ischia può andare fiera.

Potrebbe interessarti

GIANNI SASSO VOLA A CHICAGO PER PARTECIPARE AL MONDIALE DI PARATRIATHLON

di Gennaro Savio Gianni Sasso, lo speciale e fortissimo atleta dell’isola d’Ischia che senza una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *